Ponte a Careggi intitolato alla partigiana Tina Lorenzoni

Tina Lorenzoni

Firenze rende omaggio alla partigiana e crocerossina Maria Assunta ‘Tina’ Lorenzoni, medaglia d’oro al valor militare, e lo fa intitolando il ponte che collega via delle Oblate e via delle Gore, a Careggi.

Si batté per liberare l’Italia dal fascismo e per proteggere ebrei e perseguitati politici. Durante la Liberazione di Firenze, Tina Lorenzoni per tre volte riuscì ad attraversare le linee di combattimento per portare ordini al Comando d’Oltrarno.

Catturata da una pattuglia tedesca tra via Bolognese e via Montughi, fu portata a villa Cisterna e rinchiusa in una stanza per essere interrogata. Rimasta sola, tentò la fuga, ma mentre stava scavalcando il reticolato che recingeva la costruzione fu colpita e uccisa da una raffica di mitra. Aveva 26 anni.

La stessa mattina perse la vita anche suo padre Giovanni, docente a Firenze e segretario generale dell’istituto internazionale d’agricoltura, rimanendo investito da una granata mentre con gli Alleati stava organizzando uno scambio di prigionieri per liberare la figlia.

Alla cerimonia erano presenti il vicesindaco Cristina Giachi, i rappresentanti della Croce Rossa e dell’Anpi. “Una figura di donna straordinaria – ha ricordato Giachi -. Tina Lorenzoni salvò molte vite e morì tragicamente facendo la partigiana con la Quinta Brigata. L’intitolazione di oggi è un modo per onorare la memoria e le donne partigiane che non furono mai riconosciute per il valore dimostrato in quei frangenti difficili. Oggi onoriamo anche chi, in seno alla Croce Rossa, che è il più grande movimento umanitario del mondo, ancora oggi serve la collettività con dedizione e passione straordinarie”.

0 0 vote
Article Rating
guest
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments