Pistoia, torna il premio nazionale Antonino Caponnetto per la cultura della legalità

Dal sito della Fondazione Caponnetto

Pistoia, torna il premio nazionale Antonino Caponnetto per la cultura della legalità, organizzato dalla Fondazione Un Raggio di luce Onlus e dal Centro di documentazione e di progetto Don Lorenzo Milani.

Dopo due anni di stop forzato a causa della pandemia e nell’anno che segna il trentesimo anniversario della strage di Capaci e il ventesimo anniversario della morte del giudice Antonino Caponnetto, si torna a mettere al centro la legalità con il premio Caponnetto. I vincitori dell’edizione 2022 sono tre: Eugenia Carfora, preside dell’Istituto tecnico e alberghiero Francesco Morano di Caivano in provincia di Napoli, diventata un esempio e un modello di integrazione e di recupero per ragazzi che vivono in un ambiente difficile; Chiara Frazzetto, che a soli 21 anni ha visto la sua famiglia sterminata, vittima del racket delle estorsioni e tuttavia non si è data per vinta, restando in Sicilia a lottare; Giuseppe Piraino, 50 anni, imprenditore palermitano che ha detto “no” agli estorsori e grazie al suo aiuto i carabinieri hanno arrestato boss e gregari del clan del Borgo Vecchio.

La consegna dei premi avverrà il 6 dicembre nel corso di una giornata dedicata, in occasione dell’anniversario della morte del Giudice Caponnetto. La cerimonia inizierà la mattina al Piccolo Teatro Mauro Bolognini di Pistoia, con gli studenti e gli insegnanti delle scuole superiori del pistoiese che, oltre ai vincitori, incontreranno Dario Riccobono, presidente di Addio Pizzo Travel, e assisteranno allo spettacolo teatrale estratto di Se dicessimo la verità – Ultimo Capitolo di Giulia Minoli e Emanuela Giordano.

guest
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments