Pistoia si mobilita contro lo spostamento del Museo Marini a Firenze

La sede del Museo Marini a Pitsoia
Pistoia si mobilita contro lo spostamento del Museo Marini a Firenze
/

Domani alle 10 e 30 il sit-in davanti al palazzo del TAU sede del Museo. INTERVISTA CON LA CONSIGLIERA TINA NUTI di Pistoia Spirito libero

Questo il testo dlela lettera aperta inviata dalla consigliera a favore di una mobilitazione contro lo spostamento del Museo Marini

“Carissime/i

come sicuramente sapete il nostro Museo Marino Marini sta vivendo un periodo estremamente critico:
il C.d. A della omonima Fondazione ha deciso di fare ricorso al TAR contro il vincolo pertinenziale che la Sovrintendenza ha stabilito su molte opere esposte nel Museo e che in virtù di tale vincolo dovrebbero restare nella sede pistoiese.
La Fondazione Marino Marini però, da oltre un anno, sta preparando un’azione mirata e studiata a trasferite presso il museo di Firenze gran parte delle opere presenti a Pistoia e cercherà di perseguire il proprio scopo in tutti i modi.
Inoltre il C.d. A ha deciso di sospendere le attività per cui nei prossimi mesi il Museo rimarrà aperto, così ci auguriamo, ma non ci saranno i corsi per bambini, alunni, anziani, portatori di handicap….quelle attività che noi tutti abbiamo frequentato e che i nostri ragazzi fin dalla scuola dell’infanzia hanno apprezzato.
Il personale del Museo infatti non ha certezze circa il posto di lavoro.
Le disposizione testamentarie di Marina Marini stabilivano che le decisioni fossero concordare con la direttrice Maria Teresa Tosi , il vincolo quindicennale scade nel 2023 e già adesso il Presidente della Fondazione Marini, nonché nipote di Marina, non tiene conto di tale disposizione.
Come consiglieri di minoranza, sia il 23 che il 28 dicembre, abbiamo organizzato delle manifestazioni davanti al Museo, coinvolgendo più cittadini possibile perché crediamo che la città, in particolare chi come voi conosce il valore culturale e didattico del museo, possa e debba essere sensibilizzato e fare la propria parte.
Resta aperto il tema del perché il Sindaco abbia informato il Consiglio Comunale soltanto il due dello scorso dicembre: avremmo potuto fin dall’ottobre 2018 mobilitarci e ostacolare e rendere più difficoltose le scelte avvenute nel 2019.
Come vostra collega vi chiedo di essere presenti sabato prossimo, il giorno 11 dalle ore 10,30 alle ore 12/12,30 presso il Museo di Corso Fedi. Chiameremo la stampa ed insieme potremo definire ulteriori forme di sensibilizzazione rivolte alle famiglie e agli studenti.
Vi ringrazio e vi aspetto sabato mattina, pregandovi di estendere l’invito a quante più persone potete ed informando di quanto sta accadendo nella nostra città.
Grazie di nuovo

Tina Nuti

0 0 vote
Article Rating
guest
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments