Palagi-Bundu: “A Firenze nuova Giunta e nuovi equilibri?”. Chi rimpiazzerà l’assessore Gianassi. Nardella: “Gianassi rimane”

Palagi

Firenze, alla luce dei risultati elettorali, che vedono l’elezione per il Parlamento alla Camera dei deputati, dell’ex assessore al Bilancio, partecipate, commercio, attività produttive, fiere e congressi, rapporti con il Consiglio comunale e rapporti con la Regione Toscana, del Comune di Firenze Federico Gianassi, i due consiglieri comunali Dmitrij Palagi e Antonella Bundu di Sinistra Progetto Comune, si domandano cosa succederà ora nella giunta Nardella.

“A Firenze nuova Giunta e nuovi equilibri? – si chiedono in un comunicato Dmitrij Palagi e Antonella Bundu – Il Sindaco di Firenze ha voluto usare il suo ruolo istituzionale per sostenere il Partito Democratico. Cambierà l’Assessore al Bilancio?”

“La sinistra, in tutte le sue anime, esce sconfitta da una tornata elettorale in cui troppo alta è stata l’astensione delle cittadine e dei cittadini. La nostra coalizione ha espresso posizioni diverse tra loro, mancando a livello nazionale un corrispettivo dell’importante esperienza di Sinistra Progetto Comune, al cui interno sono presenti Articolo 1, Firenze Città Aperta, Possibile, Potere al Popolo, Rifondazione Comunista, Sinistra Italiana”.

“Senza quindi voler negare i problemi dell’area politica a cui apparteniamo, – continua il comunicato dei due consiglieri – riteniamo necessario evidenziare i problemi a cui il Sindaco ha scelto di esporre la nostra città. Impegnando direttamente il suo ruolo istituzionale e parte importante della Giunta in campagna elettorale, ha sottoposto il Comune a nuove incertezze”.

“L’Assessore al Bilancio, in tempi davvero complessi di crisi sovrapposte, lascerà l’incarico? Chi gli succederà? Il risultato di Azione – Italia Viva determinerà scosse all’interno di un gruppo del Partito Democratico che nel Salone de’ Dugento si mostra tutt’altro che compatto?”

“Sono domande a cui pensiamo sia urgente dare risposte. Non potremo chiederle mercoledì in Consiglio comunale, ma se non dovessero arrivare nelle prossime ore le porteremo certamente in aula a inizio della prossima settimana. Perché abbiamo ancora due anni prima delle prossime elezioni comunali e non possiamo dimenticarci della quotidianità dei nostri compiti”.

“Noi ci impegneremo per rilanciare le ragioni del nostro impegno, perché ci sia una sinistra unita e credibile, alternativa all’agenda Draghi e a quella Meloni”.

Arriva dopo poco la replica del sindaco Nardella : “Federico Gianassi rimarrà per il momento in giunta e lo ringrazio per questo, ci sono da chiudere alcune partite importanti come la multiutility”. Sul rimpasto “ancora non ci sono elementi su questo, noi siamo molto tranquilli perché c’è un lavoro impostato e una struttura tecnica forte. La città si aspetta che ci sia una continuità di alto livello”.

guest
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments