Open: Gdf, 130.000 euro per sbloccare finanziamenti per tv scientifica

inchiesta open
dal sito personale

Open: l’ex presidente della fondazione Open Alberto Bianchi, sfruttando le sue relazioni con Luca Lotti si sarebbe fatto dare dall’imprenditore Pietro Di Lorenzo 130.000 euro. La mediazione, si legge negli atti dell’inchiesta sulla fondazione renziana, avrebbe riguardato l’erogazione da parte del Miur e del Mise di finanziamenti pubblici per la realizzazione di una tv scientifica su piattaforma digitale.

Per l’episodio l’avvocato Alberto Bianchi, presidente di Open, è indagato per traffico di influenze illecite in concorso con Di Lorenzo.
La natura economica dell’accordo tra Bianchi e Di Lorenzo si desume secondo gli investigatori della Gdf da un appunto sequestrato allo stesso Bianchi, da cui emergerebbe che per l’interessamento ai finanziamenti pubblici a cui era interessato Di Lorenzo, “O” – ossia Open secondo le Gdf – avrebbe ricevuto da lui “100 entro 30.6” di cui “30 subito” e “altri 100 almeno il 31.12”.

L’appunto si riferisce a un incontro tra Bianchi e Di Lorenzo avvenuto a Roma il 12 aprile 2017. Dalla documentazione sequestrata dalle fiamme gialle, risulta che tra marzo e giugno del 2017 persone e società riconducibili alla sfera dell’imprenditore versarono nelle casse di Open 100.000 euro.
Sempre dagli appunti sequestrati a Bianchi, emerge come il presidente di Open si sia interessato all’iter dei finanziamenti da parte del Miur per la realizzazione della tv scientifica: “Di Lorenzo – si legge in un foglio datato 8 maggio 2017 -: se non si sblocca roba al Miur è un problema”. Sempre nello stesso appunto Bianchi ipotizza di parlare della cosa con uno stretto collaboratore di Luca Lotti. Sentito dalla finanza, il collaboratore di Lotti tra l’altro ha detto che “Bianchi era un punto di accesso al Governo”, in quanto persona “della sfera di fiducia di Renzi e Lotti”. (fonte ANSA).

guest
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments