Nura Mousse Ali ‘Pericolo fondamentalismo nelle moschee’

Noura Mousse Ali
© Imagoeconomica CORONAVIRUS CORONA VIRUS COVID19 COVID 19 FASE DUE 2 PREGHIERA DI FINE RAMADAN A LARGO PRENESTE RELIGIONE MUSULMANA ISLAMICA PREGHIERA COLLETTIVA PUBBLICA MUSULMANO MUSULMANI ISLAM

Nura Musse Ali, è l’ avvocatessa originaria della Somalia che vive a Pisa, in quota Pd nella commissione Pari opportunità del Consiglio regionale, già finita nel mirino delle polemiche per le sue frasi sui Talebani al potere.  Il video pubblicato stamani sul sito de La Nazione

“Il fondamentalismo opera anche qua perché nelle moschee fanno pressione affinché si insedino imam provenienti dalla loro scuola giuridica”, dalle scuole coraniche dei fondamentalisti” paolra di Nura Musse Ali,  l’ avvocatessa originaria della Somalia che vive a Pisa, in quota Pd nella commissione Pari opportunità del Consiglio regionale, già finita nel mirino delle polemiche per le sue frasi sui Talebani al potere.

“Mi sono resa conto – aggiunge Nura Musse Ali parlandone in commissione – che il silenzio dello Stato rispetto a queste tematiche sembra visto quasi come se si facesse un torto all’Islam, in realtà si fa un torto alla sicurezza. La comunità islamica da sola su questi aspetti non riesce a opporsi”.

Dall’esterno, dice Nura Moussse Ali  “fanno pressione su quale finanziamento, per quanto riguarda la costruzione delle moschee, e quale tipo di orientamento giuridico religioso ha l’imam” che viene nominato dalle autorità religiose islamiche.

Le frasi sono state criticate dall’on. Susanna Ceccardi, eurodeputata della Lega, secondo cui le dichiarazioni di Nura Musse Ali “sulla pericolosità del fondamentalismo islamico in Italia sono importanti ma sembra quasi che ne sappia di più. Se conosce realtà specifiche nel nostro Paese, dove i terroristi trovano terreno fertile, ne parli con le autorità competenti”.

“Adesso il Pd cosa dirà? – polemizza Ceccardi -. Continuerà a difenderla anche se ha candidamente ammesso che le moschee che il Pd vorrebbe costruire ovunque sono finanziate e controllate dagli estremisti?”. Appena ad agosto la commissaria delle Pari opportunità Nura Musse Ali era stata al centro di un’altra polemica per un’intervista al Tirreno in cui sosteneva che la conquista del potere da parte dei talebani in Afghanistan fosse un passaggio inevitabile e obbligato per lo sviluppo di quel Paese. Dopo le sue parole, molti esponenti politici, anche del Pd, ne hanno chiesto le dimissioni anche se poi Nura Musse Ali dichiarò che queste affermazioni erano state travisate. “Prendiamo atto che come emerge dal dibattito – continua ancora Ceccardi – Nura Musse Ali è ancora al suo posto, nonostante la richiesta di dimissioni arrivate anche da vari esponenti del Pd, compreso il presidente del Consiglio regionale Antonio Mazzeo, ma, e questo è grave, non dalle altre donne componenti Dem della Commissione”.

0 0 votes
Article Rating
guest
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments