Morte sul lavoro ad Avenza: sciopero generale, Cgil “Questo è il fallimento di una classe dirigente”

morti sul lavoro
PRESIDIO "MORTI SUL LAVORO, Foto Imagoeconomica
Morte sul lavoro ad Avenza: sciopero generale, Cgil "Questo è il fallimento di una classe dirigente"
/

Morte sul lavoro ad Avenza: sciopero generale di due ore oggi nel territorio di Massa Carrara dopo l’incidente mortale sul lavoro avvenuto ieri ad Avenza. Lo hanno proclamato Cgil, Cisl e Uil di Massa Carrara, per le ultime due ore di ogni turno di lavoro.

Il 54enne morto è Daniele Rebecchi, di Massa. Francesco Pesiani, sindaco di Massa, ha a sua volta annunciato il lutto cittadino in occasione dei funerali dopo quanto già fatto dal primo cittadino di Carrara.

“Siamo un territorio molto fragile dal punto di vista sociale ed economico, quindi maggiormente soggetti alla ricattabilità per non perdere la possibilità di lavorare.  Oltre ad un patto d’intesa tra i vari soggetti che rafforzino i controlli e il sostegno alle aziende nell’investire in formazione e sicurezza, soprattutto c’è un problema di sub appalti al ribasso da rigettare”, sottolinea ai nostri microfoni Paolo Gozzani segretario Cgil Massa Carrara (AUDIO).

“Al di là dello specifico di ieri una motivazione c’è: le piccole realtà spesso per soddisfare le richieste degli appalti sono soggette a lavorare in condizione di apprensione e precarie. La responsabilità non può essere scaricata individualmente ma vogliamo fare di tutto per cambiare tutti insieme assumendoci la nostra responsabilità perché questo è il fallimento di una classe dirigente” aggiunge Gozzani.

“Il lavoro manca, e bisogna che col Codice degli appalti si metta mano per frenare i subappalti al ribasso che sono frequenti. Le partite Iva poi sono figure ancora più deboli perché hanno da sole il peso di stare nei tempi e nei costi del lavoro, in un sistema fortemente caratterizzato da una riduzione dei costi che porta a lavorare a ritmi frenetici. Occorre che le istituzioni e la politica passino dalle parole ai fatti, non si parla solo di lavoro povero ma anche della vita o morte delle persone che lavorano” sottolineano i sindacati nel comunicato di annuncio dealla mobilitazione.

0 0 votes
Article Rating
guest
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments