Morte Franco Marini, il ricordo dei sindacati e istituzioni toscane

morte franco marini
copyright:imagoeconomica

Morte Franco Marini. Politico e sindacalista, aveva 87 anni. Il ricordo delle istituzioni toscane

È stato il segretario generale della Cisl, poi presidente del Senato e poi ministro del Lavoro, segretario del Partito popolare italiano ed europarlamentare. La morte di Franco Marini è avvenuta per complicazioni legate al Covid.

“Franco Marini non è stato solo un grande sindacalista, come tutti riconoscono, ma anche un grande politico. Per un sindacalista non è facile questo passaggio, ma lui l’ha fatto, mantenendo sempre lo spirito che lo ha contraddistinto fin dall’inizio della sua attività sindacale: difendere il lavoro e i lavoratori, avendo sempre presente l’interesse generale del Paese”. Lo dichiara il segretario generale della Cisl regionale Toscana, Riccardo Cerza, aggiungendo che “la Cisl Toscana è sempre stata vicina a Franco e lo ricorderà sempre con ammirazione e gratitudine per il suo impegno e il suo esempio”

Il ricordo anche del sindaco di Firenze Dario Nardella. “Addio Franco Marini, politico e sindacalista di spessore. Un uomo delle istituzioni, competente e generoso, da sempre impegnato a difesa e a servizio dei lavoratori. La politica di oggi, troppo distratta sui temi del lavoro, dovrà ispirarsi alle idee di uomini come lui”.

“L’Isola del Giglio perde un caro amico”. Così il sindaco Sergio Ortelli ricorda la figura di Franco Marini che al Giglio (Grosseto) possedeva una casa dove ha trascorso per molti anni il tempo libero. “Lo voglio ricordare con discrezione – afferma Ortelli – quella stessa con cui amava vivere l’Isola e, nonostante fosse già una persona di primo piano del sindacato e della politica, ha sempre dimostrato con tutti grande umiltà ed amicizia”. Ortelli ricorda come Marini fosse conosciuto da tutti, ma come si sia comportato sempre con signorilità, quella stessa che l’ha caratterizzato nelle sue attività e nei suoi ruoli istituzionali. “E’ stato un amico vero dell’Isola del Giglio – ricorda il Sindaco- senza mai ostentare il suo ruolo, ma allo stesso tempo è sempre stato pronto a dare supporto e sostegno laddove richiesto”. “Non è retorica – afferma sempre Ortelli – se diciamo che perdiamo uno di noi, una persona che pur non essendo gigliese ha amato profondamente la nostra Isola e l’ha rispettata. Esprimo la nostra vicinanza alla famiglia, al figlio Davide, ai quali invio le mie più sentite condoglianze e quelle della nostra comunità”.

“Ricordo con stima e rimpianto il sindacalista, il parlamentare, il ministro, l’uomo politico con cui mi sono trovato a collaborare in molti dei suoi ruoli. Ma non voglio dimenticare l’appassionata opera che Franco Marini dispiegò nel suo ultimo incarico, quello di Presidente del Comitato per gli Anniversari di interesse nazionale”. Così, esprimendo “profondo cordoglio”, l’on. Valdo Spini, attuale presidente dell’Associazione delle Istituzioni Culturali Italiane (Aici), ricorda Franco Marini. “In quella veste – prosegue Spini – Franco Marini si dimostrò sempre disponibile e partecipe, sia delle iniziative dell’Aici, sia – lo voglio sottolineare – per l’80/o dell’assassinio dei fratelli Rosselli, ricordato nella biblioteca del Senato della Repubblica con la sua personale, intensa partecipazione”. “Franco Marini – conclude Valdo Spini – ha rappresentato quella dimensione sociale del mondo cattolico che ha svolto e svolge una dimensione rilevante nella vita del nostro paese. Un esempio di impegno politico e sociale da sottolineare e ricordare”.

guest
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments