Sab 20 Lug 2024

HomeToscanaEconomiaModa, ripresa industrie filati di Prato dopo alluvione 2023

Moda, ripresa industrie filati di Prato dopo alluvione 2023

Dopo la disastrosa alluvione che ha colpito la Toscana il 2 e 3 novembre 2023, nella quale sono rimaste colpite importanti zone del distretto tessile, le aziende della filatura di Prato sembrano aver dato segnali di reazione trovando uno slancio positivo e si presenteranno a Pitti Filati con segni di ripartenza.

Le circa 80 imprese produttrici di filati del distretto – un sistema con oltre 2.000 addetti diretti e un fatturato di circa 750 milioni di euro – non sono riuscite a recuperare sull’inizio del 2023 ma si sono rimesse in moto nonostante i pesanti danni subiti. Secondo dati di Confindustria Toscana Nord, nel primo trimestre del 2024 la produzione di filati ha fatto registrare a Prato un netto incremento (+6,2%) rispetto al trimestre dell’alluvione (ottobre-dicembre 2023), a fronte però di una significativa contrazione (-6,5%) rispetto al primo trimestre 2023. ”L’andamento congiunturale e tendenziale dei volumi di produzione dei filati è analogo ma ancora più spiccato per il valore dell’export: +16,9% rispetto al quarto trimestre 2023 – spiega Gabriele Innocenti, coordinatore del gruppo produttori di filati della sezione sistema moda di Confindustria Toscana Nord -, viceversa il -13% rispetto al primo trimestre 2023. Numeri, questi, che raccontano una storia di resilienza anche se in un contesto di frenata”. La nota illustra anche come il secondo trimestre 2024, ormai al termine, sia segnato invece da un altro fenomeno comune a tutto il tessile di alta gamma: una rilevante contrazione degli ordinativi dovuta anche alla necessità del mondo della moda di smaltire consistenti stoccaggi accumulati. Intanto, prosegue l’impegno dei produttori di filati pratesi sul versante della qualificazione delle filiere. Dopo cinque mesi dal varo del progetto collettivo per la diffusione della certificazione Grs, sono stati fatti passi avanti: è stata realizzata una mappatura delle aziende terziste che, assistite da un consulente, stanno verificando la loro conformità ai requisiti richiesti per la certificazione. In questo contesto, ben 31 aziende del distretto pratese si apprestano a partecipare alla prossima edizione di Pitti Filati dal 25 giugno alla Fortezza Da Basso, con le novità per l’Autunno-Inverno 2025-202

Rock Contest 2023 | La Finale

Sopravvissute, storie e testimonianza di chi decide di volercela fare (come e con quali strumenti)