Meyer: partite le lettere di sospensione per non vaccinati

vaccinati
Foto Controradio

Al momento sono soltanto 10 gli operatori che non sono  vaccinati secondo gli accertamenti dell’Azienda USL, a fronte di oltre 1500 dipendenti. Si tratta, nella quasi totalità dei casi, di infermieri per i quali è stata immediatamente richiesta a ESTAR la sostituzione a tempo determinato.

A conclusione della campagna vaccinale che ha riscosso una altissima percentuale di adesioni da parte del personale, il Meyer adotta la linea dura nei confronti di chi ha scelto di non immunizzarsi. Una decisione obbligata anche perché prevista dal decreto legislativo 44/21. Al momento sono soltanto 10 gli operatori che non sono , secondo glvaccinatii accertamenti dell’Azienda USL, a fronte di oltre 1500 dipendenti. Si tratta, nella quasi totalità dei casi, di infermieri per i quali è stata immediatamente richiesta a ESTAR la sostituzione a tempo determinato.

La Direzione sanitaria ha comunque previsto un colloquio con il medico competente per un ultimo tentativo di persuasione dei non vaccinati. Per tutti gli operatori che sceglieranno di non vaccinarsi la sospensione dal lavoro avrà effetto immediato Per gli operatori invece che hanno trasmesso certificazione sanitaria (sono 14) è in corso una valutazione da parte di apposito collegio medico istituito presso l’Azienda USL.

Intanto  i  nuovi casi Covid registrati in Toscana nelle ultime 24 ore sono 538 su 15.991 test di cui 9.501 tamponi molecolari e 6.490 test rapidi. Il tasso dei nuovi positivi è 3,36% (8,0% sulle prime diagnosi). Lo rende noto il presidente della Toscana Eugenio Giani. Rispetto a ieri i casi sono in deciso aumento, a fronte di un numero inferiore di test e con un tasso di positività in crescita: nel precedente report i nuovi contagi erano 383 su 16.436 tamponi e un’incidenza di positivi al 2,33% (5,6% sulle prime diagnosi).

0 0 votes
Article Rating
guest
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments