Metrocittà: “Ogni sforzo possibile per la realizzazione della nuova pista”

aeroporto

Firenze, Metrocittà: “Mettere in sicurezza lo scalo e ampliarlo. Rete di collegamento deficitaria con Pisa. Attenzione a soluzioni differenti che creano danno al sistema aeroportuale toscano nel suo complesso”.

Secondo il consiglio della Metrocittà fiorentina, il Pisa Galilei è di riferimento come scalo del sistema aeroportuale toscano. Ciò non toglie che l’aeroporto di Firenze debba essere ampliato e messo in sicurezza, nel quadro del sistema integrato.

Il Consiglio della Città Metropolitana di Firenze ha approvato con i voti di Pd, Iv e Centrodestra per il cambiamento (contraria Territori beni comuni) una mozione presentata del Centrodestra ed emendata dalla maggioranza Pd-Iv con la quale si impegna il Sindaco Metropolitano e l’Assemblea di Palazzo Medici Riccardi “ad attivarsi affinché si compiano tutti gli sforzi possibili per ottenere l’autorizzazione per la realizzazione della nuova pista presso l’aeroporto di Firenze-Peretola, nonché tutti gli interventi di sviluppo e ampliamento dello scalo, necessari a rendere Firenze e tutto il circondario metropolitano luoghi all’avanguardia che possano di nuovo attrarre investmenti, salvaguardare l’economia territoriale e la sicurezza dei propri cittadini”.

Si ritiene che in ritardi in merito alla messa in sicurezza e all’ampliamento dello scalo fiorentino, “combinati ad una rete di collegamento deficitaria con Pisa, rischia di favorire soluzioni differenti a danno del sistema aeroportuale toscano nel suo complesso”.

Contrari i consiglieri del gruppo Territori beni comuni Enrico Carpini e Lorenzo Falchi, che hanno votato contro la mozione presentata in Consiglio Metropolitano sullo scalo di Peretola, esprimono “sorpresa per la posizione del Partito Democratico, che sulla questione areoporto fa propria la linea politica del Centrodestra. Esprimendosi in modo generico in favore dello ‘sviluppo’ dell’areoporto si trascura la realtà, che è invece composta da un progetto che è stato definitivamente bocciato e da un territorio fragile dal punto di vista ambientale ed infrastrutturale, per il quale sono in campo ben altre prospettive che ruotano intorno al ‘Parco della Piana’. Prendiamo atto di essere l’unico gruppo con una posizione chiara di contrarietà all’ampliamento di Peretola”.

0 0 votes
Article Rating
guest
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments