Matteo Renzi citato in giudizio alla Corte dei Conti

renzi
©Controradio

Firenze, il leader di Italia Viva, Matteo Renzi, citato in giudizio davanti alla Corte dei Conti per fatti che risalgono a quando ricopriva l’incarico di sindaco del capoluogo toscano.

Secondo quanto riportato oggi sulle pagine locali dei quotidiani ‘La Nazione’ e La ‘Repubblica’, al senatore Matteo Renzi citato in giudizio, insieme ad alcuni dirigenti del Comune di Firenze, verrebbe contestato un presunto danno erariale per la nomina di due collaboratori nello staff dell’allora primo cittadino. L’udienza davanti alla Corte dei Conti, sarebbe fissata per il 24 febbraio prossimo.

Secondo quanto contestato dall’accusa al senatore di Italia Viva, i due collaboratori furono assunti nel 2009, con contratto a tempo determinato, nonostante non avessero conseguito la laurea, requisito che invece sarebbe stato indicato come necessario dalle normative. Il danno del quale viene chiesto il ristoro è pari a 69mila euro.

Nella citazione la procura regionale di viale Mazzini – si legge sempre sulla Nazione – guidata dalla dottoressa Acheropita Mondera Oranges, ha specificato, ripartito e suddiviso il ‘quantum’; al senatore Renzi in particolare i magistrati chiedono il ‘ristoro’, il pagamento di 69emila euro (110 del totale) ovviamente nella sua veste di sindaco di Firenze all’epoca dei fatti. La Corte dei Conti giudica. Non è esattore. Qualora la parte danneggiata (Palazzo Vecchio) in caso di condanna dei convenuti non proceda al recupero delle somme la procura può ‘sollecitare’ il ristoro delle somme indicate in sentenza.

 

 

0 0 votes
Article Rating
guest
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments