Lun 2 Ott 2023
HomeCultura & SpettacoloCinemaMathieu Amalric presenta tre film su John Zorn

Mathieu Amalric presenta tre film su John Zorn

Lunedì 5 giugno alla Compagnia di Firenze  Mathieu Amalric: tre film su John Zorn. Lo Schermo dell’arte presenta in anteprima italiana i tre film che l’attore e regista francese ha dedicato a John Zorn, sassofonista, clarinettista e compositore americano tra i più influenti e geniali musicisti della scena contemporanea.

“È un respiro, un’energia del momento, un rigore vivo che, senza che me rendessi conto, hanno colorato le mie altre vite cinematografiche (e non solo quelle!)” –  Mathieu Amalric.
Respiro, energia, colore. Difficile trovare parole migliori per descrivere i tre film su Zorn realizzati dall’attore e regista Mathieu Amalric. Lo schermo dell’arte li propone in anteprima italiana al Cinema La Compagnia lunedì 5 giugno nell’ambito di Secret Florence.  I tre film sono proiettati per la prima volta in Italia nella loro sequenza temporale alla presenza del regista (a partire dalle 18:00, ingresso libero con prenotazione obbligatoria su www.schermodellarte.org/secret-florence-2023/)

Amalric è legato da un’amicizia profonda con John Zorn. Nella sua carriera ha vinto tre Premi César come miglior attore per i film Comment je me suis disputé… (ma vie sexuelle) (1997), I re e la regina (2005) e Lo scafandro e la farfalla (2008), ha lavorato con i maggiori registi tra i quali Julian Schnabel, Wes Anderson, Roman Polański, Steven Spielberg.  È uno dei protagonisti dell’ultimo film di Nanni Moretti Il sol dell’avvenire, presentato la settimana scorsa al Festival di Cannes.
Si tratta di una trilogia  Zorn I (2010 – 2016), Zorn II (2016 – 2018) e il recente Zorn III (2018 – 2022), pensati per essere proiettati durante i concerti di Zorn, e poi presentati in numerosi festival cinematografici, tra cui Cinéma du Réel/Parigi, DocLisboa, FiFA/Montréal.
Ogni episodio ci mostra un aspetto differente dell’universo Zorn: Zorn I (2010 – 2016) raccoglie numerosi momenti e frammenti filmati in anni e luoghi diversi, simile nella sua costruzione ad uno spartito musicale. Ci sono i grandi che lo accompagnano: Bill Frisell, Mike Patton, Dave Douglas, Joey Baron, Marc Ribot, Greg Cohen, Bill Laswell, Brian Marsella.
Zorn II (2016 – 2018) è il più intimo dei tre episodi, alle riprese si sovrappongono inserti di testo, parole chiave scritte dallo stesso musicista.L’ultimo Zorn III (2018 – 2022) si concentra sulle prove di un’unica opera, Jumalattaret, e nella relazione (anche epistolare) tra Zorn e la soprano Barbara Hannigan, stella mondiale della musica contemporanea.

PROGRAMMA:
18:00
Zorn I (2010-2016)
di Mathieu Amalric, 2016, 54min
vo: inglese; st: francese19:30
Zorn II (2016-2018)
di Mathieu Amalric, 2018, 59min
vo: inglese; st: francese

21:00
Mathieu Amalric in conversazione con Enrico Romero (Controradio, Firenze Jazz Festival)

21:30
Zorn III (2018-2022) di Mathieu Amalric, 2022, 78min
vo: inglese; st: francese, italiano

 

Subscribe
Notificami
guest
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments

ABITO IN COMMUNITY: verso la creazione del network Urban Housing Coop-Net! - Puntata 2

Tif e Repubblica, sinergia video social - ospite Gianluca Monoastra

UNA VITA TRA DUE RIVOLUZIONI.