L’iter delle “Ferro-ciclovie della Val d’Orcia, dei Colli e delle Crete senesi” fa un passo avanti

arpat stefano baccelli

Un passo avanti per l’iter burocratico delle “Ferro-ciclovie della Val d’Orcia, dei Colli e delle Crete senesi”.

Su proposta dell’assessore a infrastrutture e trasporti Stefano Baccelli, riporta una nota, la giunta regionale ha approvato ieri l’istruttoria tecnica relativa alle controdeduzioni sulle osservazioni presentate al progetto, così come previsto dalle normative della Regione Toscana in materia di governo del territorio e di valutazione di impatto ambientale.

L’approvazione finale del progetto, adottato dal consiglio regionale nell’aprile scorso, è prevista nei prossimi giorni. La delibera licenziata dalla giunta dà il via libera, in particolare, all’istruttoria tecnica, alle modifiche relative alle norme di attuazione e alla dichiarazione di sintesi.

Dopo un percorso partecipativo che ha coinvolto tutte le istituzioni dei territori interessati, il Consiglio Regionale ha approvato l’iter di “Ferro-ciclovie della Val d’Orcia, dei Colli e delle Crete senesi”. Il progetto propone di creare una rete di percorsi ecosostenibili, su strade ciclabili e su ferro, in una vasta area, valorizzando e integrando fra loro i percorsi che collegano Val d’Orcia, Crete senesi, Monte Amiata, come la ferrovia storica Asciano-Monte Antico o la ciclovia dei Due mari, la Via Francigena e la Via Lauretana, i percorsi dell’Eroica, delle Colline Metallifere, il Sentiero della bonifica.

È un progetto che punta a valorizzare una viabilità lenta e un turismo sostenibile – spiega l’assessore Baccelli – coniugando gli aspetti paesaggistici, storico-artistici, turistici ed economici dei territori dei Comuni coinvolti e proponendosi come fonte di attrazione di risorse e fattore di rivitalizzazione delle zone interne della Toscana e di nuove opportunità per chi vi risiede”.

guest
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments