JSW Steel di Piombino, Giani: “Troppe chiacchiere, serve investire”

Piombino Jsw Steel

Piombino (Livorno) – ” Se devono vendere che si venda alla svelta” ha detto Giani, parlando dello stabilimento Jsw Steel.

Il presidente della Regione Toscana, Eugenio Giani, ha parlato della situazione delle acciaierie ex Lucchini (JSW Steel) a margine di una presentazione oggi a Firenze. Intanto, è in atto una sorta ditregua armata in seguito al consiglio di fabbrica delle acciaierie. I delegati sindacali si sono riuniti ricevendo il vice presidente Marco Carrai. Le parti sociali hanno ottenuto lo stop allo smantellamento dell’area a caldo mentre la proprietà ha incassato un parziale raffreddamento della contestazione fino a quando non si sarà conclusa la partita della commessa decennale per le rotaie di Rfi che vale 2,4 miliardi.

“A Piombino si stanno facendo troppe chiacchiere: qui occorrono gli investimenti – ha detto Giani -. Il gruppo di Jindal è qua ormai da quattro anni, ci sono accordi di programma molto precisi, e bisogna cominciare a rispettarli. Quindi, se devono vendere come è stato prospettato dal Financial Times, che si venda alla svelta, in modo che le istituzioni abbiano un interlocutore autorevole e credibile con cui programmare gli investimenti. Se non vendono e stanno lì, ormai è il momento in cui vogliamo i fatti concreti, e quindi con determinazione e forza vogliamo vedere questa volta la realizzazione dei piani industriali, perché abbiamo bisogno di una siderurgia”.

Giani evidenzia e conclude che in questo momento “il mercato tira, il mercato offre opportunità: è veramente un peccato vedere ancora tutto fermo nel luogo in cui si facevano le rotaie migliori”.

0 0 votes
Article Rating
guest
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments