Jerry Cantrell “Brighten”. Il disco della settimana.

Brighten

Chitarrista e co-fondatore dei leggendari Alice In Chains, Jerry Cantrell torna in veste solista con “Brighten”, il quarto album in studio.

Co-prodotto con il compositore e discografico Tyler Bates (Bush, Marylin Manson) e con Paul Fig e mixato da Joe Barresi (Tool, Queens of the Stone Age, Bad Religion, Melvins), tra i musicisti che hanno registrato il nuovo album di Jerry Cantrell compaiono Gil Sharone e Abe Laboriel , Jr. (Paul McCartney), il maestro del pedal steel Michael Rozon, Vincent Jones. Tra i grandi colleghi e amici del mondo del rock hanno partecipato alle registrazioni anche Duff McKagan (Guns N’ Roses, Loaded), Greg Puciato (The Dillinger Escape Plan)e Joe Barresi (Tool, Queens of the Stone Age) supervisionando il missaggio di “Brighten”.

Sono in una band da quasi 34 anni ormai. È sempre il mio primo e più importante impegno, ma è bello esplorare cose diverse e aggiungere un altro capitolo. Dopo la fine dell’ultimo tour degli Alice In Chains, ho orientato la mia mente verso la possibilità di fare un altro mio disco solista. È stato divertente suonare brani che non suonavo da anni da Boggy Depot e Degradation Trip. Tyler Bates non solo mi ha fatto conoscere molti musicisti fantastici, ma mi ha anche aiutato a mettere insieme la band per gli show e si è esibito con me Brighten” è nato durante quei concerti. È come un disco della vecchia scuola degli anni Settanta in cui suonavano una moltitudine di musicisti” ha aggiunto Cantrell “Quindi non c’è una formazione fissa. Ho avuto modo di fare musica con un gruppo di persone che non avevo mai avuto prima, insieme ad amici come Duff, Tyler e Gil con cui ho lavorato in precedenza”.

Insieme, hanno registrato otto tracce originali e l’LP si chiude con una cover approvata da Elton John stesso, “Goodbye”: “Madman Across The Water è uno dei miei dischi preferiti di tutti i tempi” ha dichiarato Jerry Cantrell, “Per rispetto a Elton, non avrei inserito il brano se mi avesse detto che non andava bene. Aveva già suonato il piano in “Black Gives Way To Blue”, che scrissi Layne, quindi l’ho chiamato, l’ha ascoltato e mi ha detto “Dovresti assolutamente usarlo”. Ho avuto l’autorizzazione da Elton stesso. Non potevo pensare a un modo migliore per chiudere il disco!”.

Brighten è il nostro Disco della settimana.

La tracklist:

1. “Atone”
2. “Brighten”
3. “Prism of Doubt”
4. “Black Hearts and Evil Done”
5. “Siren Song”
6. “Had To Know”
7. “Nobody Breaks You”
8. “Dismembered”
9. “Goodbye” (Elton John cover)

0 0 votes
Article Rating
guest
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments