Jazz Prime, esplorando la nuova scena creativa toscana

Venerdì 12 e sabato 13 aprile 2019 in Sala Vanni due concerti, quattro gruppi e un laboratorio pomeridiano per esplorare e dare spazio alla nuova scena jazz toscana

All’interno del programma del Network Sonoro, torna anche nel 2019 la due giorni che Music Pool e Musicus Concentus dedicano ai giovani talenti del jazz. Venerdì 12 e sabato 13 aprile alla Sala Vanni di Firenze, in programma due concerti, quattro gruppi e un laboratorio pomeridiano. Jazz Prime, come la scorsa edizione, si propone di esplorare e dare spazio alla nuova scena creativa che in Toscana, come in tutta Italia, vive una stagione di grande effervescenza, produce nuove idee e favorisce la crescita di giovani artisti che stanno contribuendo ad un ricambio generazionale, linfa vitale del jazz e delle nuove musiche.

Quello di venerdì 12 aprile sarà un pomeriggio dedicato alla sperimentazione e allo scambio grazie ad un laboratorio gratuito che partirà dalle 15:00, le cui iscrizioni, data la grande richiesta di partecipazione, si sono chiuse con 20 giorni di anticipo rispetto alla data prefissata.   Il format ideato da Midj e denominato L.O.V.E. (Laboratorio Organizzato per la Vitalità Espressiva), si prefigge l’obiettivo di sviluppare e condividere la  musica originale nel contesto jazzistico. Ospite in questa speciale occasione sarà l’artista italiano Francesco Diodati (miglior chitarrista per la rivista JazzIt), che presenterà la propria visione della musica e la condividerà con tutti coloro che vorranno prendere parte al laboratorio. Ad affiancarlo il pianista Alessandro Lanzoni.  Il lavoro svolto durante la giornata si trasformerà in un concerto dal vivo che dalle 21:15 coinvolgerà tutti i musicisti partecipanti.

Sabato 13 aprile saranno invece sul palco della Sala Vanni due giovani band. Quiet Quartet è il quartetto che lega Giulia Bartolini, Alessio Falcone, Luca Giachi e Simone Brilli. Quattro musicisti con storie musicali diverse che portano nel gruppo ognuno una personale impronta e un’originale creatività. La loro musica si concentra in un repertorio di brani originali ispirati al jazz tradizionale e contemporaneo con un suono intimo, personale, allo stesso tempo giocoso e profondo.

Dopo di loro Digital Unity. Il nucleo primario di questo gruppo, formato da Francesco Toninelli, Matteo Brizzi e Cosimo Fiaschi, si incontra e cresce a partire dal Liceo Musicale Alberti Dante di Firenze fino ad arrivare al Conservatorio di Firenze, a Siena Jazz e al Rytmisk Musikkonservatorium di Copenaghen dove Toninelli incontra il sassofonista polacco BIel e il chitarrista norvegese Westgaard. Al confine fra free improvisation europea e musica contemporanea, ricerca acustica, suono ambientale e memoria, il suono del gruppo si muove su tecniche estese, silenzio e field recordings.Ad aprire la serata, l’ensemble formato dagli studenti del settore jazz del Liceo Artistico, Classico, Musicale Alberti Dante di Firenze.

Ingresso ai concerti dalle 21:15
Biglietti per i concerti: € 5 + d.p. (prevendita disponibile su Ticketone e circuito Boxoffice)

0 0 votes
Article Rating
guest
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments