Ius Soli: Di Giorgi, “Impegno per trovare i numeri in Senato”

“La legge sullo Ius Soli è importantissimo che venga approvata”, ma “al Senato ci sono molti problemi perché non abbiamo i numeri”. Lo ha affermato Rosa Maria Di Giorgi (Pd), vicepresidente del Senato, intervenendo ieri  a una iniziativa della Fondazione Balducci all’Istituto Universitario Europeo di Fiesole. “Con grande tranquillità e con grande sforzo stiamo cercando di averli”, ha aggiunto Di Giorgi.

“Ci sono alcune parti politiche che questo vogliono – ha spiegato Di Giorgi, a proposito dell’approvazione della legge – altre che questo non vogliono: una battaglia vera, che non possiamo nascondere, con impostazioni diverse. Adesso poi siamo in una fase elettorale. Tutto questo non aiuta un percorso tranquillo della legge”.

La vicepresidente del Senato ha raccontato che “quando mi trovo in conferenza dei capigruppo per fissare il calendario, ci sono alcuni gruppi politici che sostengono che il provvedimento vada messo in calendario. Metterlo in calendario al Senato in questo momento significa farlo bocciare: allora bisogna trovare i numeri, quei numeri che alla Camera ci sono e che al Senato non ci sono”.

Di Giorgi, nel suo intervento, ha criticato “le parole d’ordine di chi si oppone a tutto questo: l’idea che aumenterebbe il numero di terroristi, di chi si riferisce a religioni diverse dalla nostra, tutti luoghi comuni che sentite nelle trasmissioni televisive peggiori, e sui fogli, non li chiamo giornali, di improperi e istigazioni al razzismo e alla chiusura”.

I ragazzi figli di stranieri ma cresciuti in Italia “non possono che essere cittadini italiani, anzi, dovremmo lavorare sulla naturalizzazione dei loro genitori per essere più veloci su questo”. Ha concluso Di Giorgi . “Nel momento in cui la approviamo diamo un segnale fortissimo di integrazione, di apertura, di accoglienza”.

guest
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments