Sab 20 Lug 2024

HomeToscanaCronacaIncidente sul lavoro Siena, procuratore '23enne morì colpito da tubo di ferro'

Incidente sul lavoro Siena, procuratore ’23enne morì colpito da tubo di ferro’

Incidente sul lavoro – Il 23enne Manuel Cavanna, che il 19 aprile morì mentre lavorava in un’azienda di Montepulciano (Siena), fu colpito al torace dal cedimento di un profilato di ferro sul quale insieme a due colleghi faceva forza per sbloccare un autoarticolato, un rimorchio, in un’azienda che produce strutture in metallo e box per cavalli.

Lo afferma il procuratore di Siena Andrea Boni dando notizia che è stato notificato l’avviso di conclusione delle indagini nei confronti dei due indagati, che lavoravano con lui e la cui posizione era nota. Stavolta il procuratore Boni sottolinea che “trattasi di infortunio mortale sul lavoro” e che “all’esito delle indagini, secondo l’ipotesi accusatoria, la morte appare doversi ricollegare all’uso di un profilato in ferro utilizzato per sbloccare l’autoarticolato su cui gli indagati e la persona offesa stavano lavorando”, “a seguito della forza esercitata sul pezzo, lo stesso si piegava improvvisamente colpendo al torace Cavanna causandone la morte immediata”. Sempre il procuratore Boni specifica che “la ricostruzione è stata resa possibile anche in conseguenza del comportamento collaborativo e delle dichiarazioni rese dagli indagati in sede di interrogatorio “, “dichiarazioni che sono apparse collimanti con la ricostruzione dell’evento fatta dal Servizio di Prevenzione Infortuni sul Lavoro”. Il 23enne Manuel Cavanna, che era di Cortona (Arezzo), lavorava per un’azienda esterna a quella in cui avvenne l’incidente.

Rock Contest 2023 | La Finale

Sopravvissute, storie e testimonianza di chi decide di volercela fare (come e con quali strumenti)