Giornalista molestata: “non incontrerò autore gesto, ora tocca a Giustizia”

Giornalista
Un fotogramma del collegamento

Riguardo a Andrea Serrani, il tifoso querelato e che si è scusato, la giornalista Greta Beccaglia ha sottolineato: “il gesto non è accettabile. Non so perché lui l’abbia fatto, forse quella persona ha pensato che fossi un oggetto lì”.

“Il video dura 20 secondi dove si vede il tifoso che mi dà una pacca sul sedere, coi tifosi intorno che restano indifferenti. Successivamente ho intervistato altri tifosi che non hanno avuto parole carine nei miei confronti, e ancora dopo un altro tifoso mi è venuto addosso sfiorandomi le parti intime” .  Lo ha detto  Greta Beccaglia, la giornalista molestata da alcuni tifosi dopo Empoli-Fiorentina.

“Sono stata sfortunata -ha aggiunto la giornalista – perché queste cose non devono accadere ma almeno ho avuto la possibilità, essendo in diretta, di testimoniare queste cose”.

“Non mi era mai successo – ha proseguito – Parole o apprezzamenti non richiesti sì, ma un gesto del genere mai” e “ho reagito con educazione, come sono fatta io, non volevo rispondere con violenza ad un gesto violento”.

Riguardo a Andrea Serrani, il tifoso querelato e che si è scusato, Greta Beccaglia ha sottolineato: “L’ho denunciato e non intendo incontrarlo. Ci penserà il legale e la giustizia a decidere cosa dovrà fare. Quel che ci tengo a dire è che il gesto non è accettabile. Non so perché lui l’abbia fatto, forse quella persona ha pensato che fossi un oggetto lì”.

“Sono stanca, provata, sono tre giorni che non dormo e non mi fermo un secondo” ha raccontato ancora la giornalista, che però ha assicurato: oggi “voglio andare assolutamente fuori dallo stadio per Fiorentina-Samp, voglio tornare il prima possibile alla normalità. Sono più arrabbiata che impaurita da quello che è successo voglio solo tornare alla normalità”.

0 0 votes
Article Rating
guest
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments