Giani: garantite tutte le prenotazioni per vaccini di luglio

Giani

Sulla eterologa per over 60  Giani ha detto:  ” va fatta solo su indicazione medico, ma sono eccezioni, si possono sentire tutti tranquilli”

I Toscani possono stare tranquilli. chi ha prenotato il vaccino su luglio avrà la sua somministrazione. parola del precedente della Regione Eugenio Giani che oggi, a margine di un evento a Firenze ha dichiarato: “abbiamo garantito che nessuno in Toscana, a differenza di altre regioni, abbia visto slittare la propria prenotazione del mese di luglio. E’ evidente che questo sta nel rapporto che ho con il generale Figliuolo e nelle rassicurazioni che vi avevo prospettato già una quindicina di giorni fa. Avevo visto che c’erano dubbi su questo, oggi ufficialmente possiamo fugare ogni dubbio: noi consentiamo a tutti i toscani che hanno prenotato nel mese di luglio di vivere la propria vaccinazione”.

“Devo dire che l’integrazione delle dosi del generale Figliuolo non è tale da poterci far fare le dosi che abbiamo fatto a giugno però sono convinto che l’obiettivo di arrivare all’immunità di gregge, che a seconda delle teorie sta nel 75-80% delle persone vaccinate rispetto alla popolazione, è sicuramente raggiungibile” a settembre, ha detto Giani.

Che ha aggiunto: “apriremo il portale quando vedremo che non saremo più in una situazione ‘full’ come oggi, ma vediamo che ci sono degli spazi perché qualcuno possa anticipare o modificare la propria situazione. Per ora chiediamo a tutti di avere pazienza perché con questo meccanismo abbiamo garantito di non dover far slittare dosi che erano state prenotate per luglio”.

“A oggi – ha sottolineato Giani – abbiamo una situazione estremamente precisa” che permette alla Toscana “il rispetto delle prenotazioni del mese di luglio. Voi capite che se apriamo il portale per anticipare la somministrazione di seconde dosi questo equilibrio si turba. Quindi cerchiamo per questi 4-5 giorni di tenere la situazione così com’è. Quando vediamo che la situazione è assestata, riaprendo il portale saranno possibili anche le modifiche, perché nel frattempo qualcuno avrà rinunciato e allora qualcun altro potrà subentrare”.

A  chi gli chiedeva se anche gli over 60 possano fare il richiamo con Pfizer dopo la prima dose fatta con Astrazeneca, Giani ha risposto: “laddove il medico certifichi che dal punto di vista medico si rende opportuno” fare il richiamo con Pfizer dopo aver fatto la prima dose con Astrazeneca “perché ci sono state delle controindicazioni derivanti dalla prima dose o ci sono documentate situazioni che la persona ha messo in evidenza, sì può fare. Ma queste sono eccezioni”.

. “Dal punto di vista della regola vi posso assicurare che si possono sentire tutti tranquilli – ha aggiunto Giani – perché il rendimento immunologico di AstraZeneca o di Johnson&Johnson è ottimale oltre i 60 anni. Quindi non vedo perché si debba modificare soprattutto quando uno ha già fatto la prima dose di Astrazeneca”.

0 0 votes
Article Rating
guest
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments