Galleria dell’Accademia: lavoratori e Cgil proclamano lo Stato d’agitazione

Nelle mattinata di oggi, i dipendenti ministeriali impiegati presso la Galleria dell’Accademia, i dipendenti delle società concessionarie e in appalto Opera Laboratori Fiorentini e Ales Spa si sono riuniti in assemblea per esprimere le loro preoccupazioni rispetto alle condizioni di salute e sicurezza all’interno della Galleria dell’Accademia.

E’ noto da tempo che il sistema di aerazione debba essere sostituito per garantire un clima consono alle esigenze di conservazione delle opere, di benessere dei lavoratori e delle migliaia di turisti che ogni giorno fruiscono di uno dei siti museali più visitati al mondo.

Nella progettazione dei lavori, a seguito di indagini sulle condotte di aerazione, sono emersi problemi tanto che la ventilazione è stata spenta per mettere in sicurezza i locali. Cgil ha chiesto alla Direzione degli Uffizi di avere informazioni dettagliate sulle risultanze delle indagini ed ha richiesto al Dipartimento di Prevenzione dell’Ausl Toscana Centro di intervenire in merito.

Le risposte ricevute non sono state sufficienti: non si hanno notizie sul passato in merito a cosa si è respirato negli ultimi anni, non si sa come sarà gestita la situazione dei prossimi mesi ma soprattutto non si hanno notizie sui lavori di riparazione dell’impianto e sul loro impatto nell’ambiante di lavoro.

Per tutte queste ragioni, l’assemblea dei lavoratori ha deciso la formalizzazione dello stato di agitazione e richiesto l’apertura del tavolo di conciliazione al Prefetto di Firenze alla presenza del Direttore della Galleria e della USL competente.

guest
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments