FRANKIE HI-NRG “Faccio la mia cosa”. Ascolta l’intervista!

Il primo libro del rapper più colto, autorevole e seminale della discografia italiana, la doppia genesi dell’autore di “Quelli che benpensano” e del genere musicale che ha dato e dà voce alle speranze, i tormenti, le battaglie sociali e personali di intere generazioni di ragazzi e ragazze sparsi in tutto il Pianeta.

L’intervista a cura di Davide Agazzi.

All’interno della rassegna Flower al Piazzale – l’estate fiorentina dalla terrazza piu’ bella del mondo il prossimo giovedì 4 Luglio, l’incontro con Frankie HI-NRG (ore 21.30, Flower, Piazzale Michelangelo Firenze) Ingresso libero. L’incontro sarà trasmesso via diretta radio, streaming su www.controradio.it e diretta web tv su Faceboook Controradio Firenze. Conduce l’incontro Giustina Terenzi

È il 1998 e il secondo millennio è ormai agli sgoccioli quando in radio debutta un pezzo rap destinato a diventare un classico istantaneo per la novità assoluta che rappresenta nel panorama della musica italiana: si tratta di Quelli che ben pensano, e a legare un ritornello di immediata presa ci sono rime impegnate quanto corrosive. Vent’anni dopo, il suo autore, Frankie hi-nrg mc– al secolo Francesco Di Gesù – è considerato uno dei pionieri dell’hip hop italiano. Oggi si racconta per la prima volta, dall’infanzia nomade al seguito del padre ingegnere alla scoperta della musica, fino all’incisione dell’album che ha sdoganato l’hip hop nel Bel Paese. Inframmezzati al racconto, i 45 giri che hanno segnato stagioni ed epoche della musica leggera italiana, e le tappe cruciali dell’hip hop, dalle intuizioni musicali di James Brown all’invenzione di mixer e giradischi modificati per permettere lo scratch.

FRANCESCO DI GESÙ, in arte Frankie hi-nrg mc, è nato a Torino nel 1969. Attivo sulla scena hip hop fin dall’inizio degli anni Novanta, esplode come fenomeno mainstream con il suo secondo album, La morte dei miracoli, trainato dal singolo Quelli che ben pensano. Nella sua pluridecennale carriera ha partecipato due volte al festival di Sanremo, ha scritto pezzi per Simone Cristicchi e collaborato, tra gli altri, con Fiorella Mannoia, Caparezza, Daniele Silvestri, Paola Cortellesi.

avatar