Firenze, bimba 20 mesi al Meyer per intossicazione haschisch

bimba 20 mesi ingerisce haschish

In base al racconto dei genitori, potrebbe aver ingerito dell’hashish ieri pomeriggio, dopo averlo raccolto da terra nel giardino pubblico di piazza delle Medaglie d’Oro, nella zona di Novoli a Firenze, dove era andata a giocare con la sorellina

Una bimba di 20 mesi si trova ricoverata all’ospedale pediatrico Meyer di Firenze per un
intossicazione da cannabinoidi. La piccola, giunta al pronto soccorso ieri sera con difficoltà respiratorie e in stato di forte sonnolenza, non è in pericolo di vita. Le sue condizioni
sono definite stabili. Secondo una prima ricostruzione, in base al racconto dei genitori, potrebbe aver ingerito dell’hashish ieri pomeriggio, dopo averlo raccolto da terra nel giardino
pubblico di piazza delle Medaglie d’Oro, nella zona di Novoli a Firenze, dove era andata a giocare con la sorellina in compagnia dei genitori, originari dell’Est Europa.
   Durante la serata la bimba  avrebbe iniziato a sentirsi male, mostrandosi sempre meno reattiva, fino a cadere in uno stato di semincoscienza. Intorno alle 23,30 è arrivata al Meyer, trasportata in codice rosso con un ambulanza del 118. Ricevute le prime cure, è stata sottoposta a screening tossicologico, risultato positivo ai cannabinoidi. La polizia è stata allertata
dal personale dell’ospedale intorno alle 1,50.
I genitori della bimba, ascoltati separatamente dai poliziotti, hanno fornito entrambi
lo stesso racconto. Nel pomeriggio, mentre erano ai giardini di piazza delle Medaglie d’Oro, la bambina è stata vista dalla madre raccogliere qualcosa da terra e metterselo in bocca.
Alcune ore dopo la bimba avrebbe iniziato a manifestare segni sempre maggiori di sonnolenza, fino a soffrire di difficoltà respiratorie. Sull’episodio sono in corso accertamenti da parte
della squadra mobile della questura.
avatar