Empoli: arriva lo sportello Infomigranti sul servizio civile

Empoli: il servizio di Arci Empolese Valdelsa è una delle azioni del progetto Fami Evvai (Empolese Valdarno Valdelsa Aperti e Inclusivi).

 

Lo Sportello InfoMigranti di Arci Empolese Valdelsa da metà gennaio offre un servizio di facilitazione, orientamento e informazioni sul Servizio Civile rivolto a cittadini stranieri, in collegato al bando di Servizio Civile Universale, il cui termine per le iscrizioni sarà il 15 febbraio alle 14. Il servizio mira a fornire strumenti per capire cos’è il Servizio Civile e come funziona, per conoscere i progetti disponibili, le modalità di attuazione e la procedura di candidatura.

Lo sportello è aperto a Empoli tutti i mercoledì pomeriggio dalle 14:30 alle 17 solo su appuntamento: basta contattare la sede di Arci Empolese Valdelsa Aps tramite l’indirizzo mail info@arciempolesevaldelsa.it, oppure chiamare i numeri 0571 844279 o 375 5442380.

Questo nuovo servizio è una delle azioni che Arci Empolese Valdelsa APS attua all’interno del progetto Fami Evvai (Empolese Valdarno Valdelsa Aperti e Inclusivi) che ha come capofila il Consorzio CO&SO Empoli.

Il progetto è finanziato all’interno del programma Fami 2014-2020, che ha come obiettivo il completamento del percorso di autonomia di persone uscite dai circuiti dell’accoglienza, tramite l’orientamento al lavoro e l’offerta di opportunità formative, la ricerca di soluzioni abitative e attività finalizzate all’inclusione sociale. Arci Comitato Territoriale Empolese Valdelsa Aps all’interno del progetto porta avanti azioni che mirano all’inclusione sociale.

Obiettivo di questa azione è rendere l’accessibilità alle informazioni più equa e trasversale possibile,  avvicinare persone a esperienze come il Servizio Civile e abbattere le barriere tecnologiche e strumentali che si incontrano nell’intraprendere percorsi di questo tipo.

“Crediamo – dicono gli operatori dell’Arci – che l’esperienza del Servizio civile possa essere una grande opportunità di conoscenza e partecipazione alla vita sociale del territorio e che permetta a tante e tanti giovani di affacciarsi nel mondo del terzo settore”.

Intervista di Chiara Brilli a Sara Naldi di Arci Empolese Valdelsa

0 0 votes
Article Rating
guest
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments