Elezioni: Padoan, “nulla scontato a Siena ma risultato sarà positivo”

ministri

“La mia candidatura a Siena è importante e sfidante. Richiede un impegno forte. Nulla è dato per scontato”, ma “i risultati saranno positivi”. Lo ha detto ai cronisti il ministro Pier Carlo Padoan, in un pausa del pranzo elettorale a Serre di Rapolano (Siena), rispondendo a una domanda dei cronisti sulla sua candidatura a Siena nota roccaforte del Pd.

Il ministro dell’Economia Pier Carlo Padoan ha lasciato il pranzo elettorale al teatro di Serre di Rapolano (Siena) dopo essere rimasto coi dirigenti locali e i sostenitori del Pd per l’intera iniziativa, che era stata preceduta da una breve riunione organizzativa.
Circa 250 iscritti e sostenitori del Pd, provenienti da tutta la provincia, hanno partecipato al pranzo versando una quota minima di 25 euro, a cui molti hanno aggiunto altre somme a offerta libera. Padoan, sia in un incontro coi dirigenti provinciali del
Pd prima del pranzo, sia nei colloqui informali durante l’iniziativa, ha dato “piena disponibilità – ha riferito il segretario del Pd di Siena Andrea Valenti – a realizzare con la
sua presenza iniziative nel collegio durante la campagna elettorale, non solo in città ma anche nella provincia. Iniziative che stiamo preparando”.
L’evento si è svolto in un clima cordiale dove il ministro e candidato, uscendo dall’ufficialità, si è alzato dal suo posto per portare personalmente il suo saluto a molti dei presenti.
Padoan è andato in cucina per conoscere le cuoche volontarie (menu toscano in tavola), poi in una pausa successiva ha fatto un giro tra i tavoli stringendo mani e tenendo brevi
conversazioni con i sostenitori, quindi, ancora dopo, ha ripercorso coi ricordi il suo periodo giovanile a Siena, agli albori della carriera universitaria, nel 1974, parlandone nel
giardino del teatro insieme ad alcuni dirigenti locali e coi cronisti.
Hanno inoltre partecipato al pranzo, tra gli esponenti del partito, anche l’onorevole Susanna Cenni e il sindaco di Siena, Bruno Valentini.

avatar