Disco della settimana: Colombre “Corallo”

“Corallo” è il nuovo disco di Colombre uscito il 20 marzo per Bomba Dischi. Il disco, Prodotto dallo stesso Colombre, vede la collaborazione di Fabio Rondanini (Calibro 35, Afterhours) alla batteria.

“Non avevo un titolo preciso, ma c’era questa parola che, durante la scrittura, ogni tanto riaffiorava  come a volermi suggerire il senso più nascosto delle canzoni.  Il corallo lo associo ai rapporti interpersonali che racconto nel disco; misteriosi, profondi, difficili da avvicinare,  da trattare e preservare con più delicatezza possibile, data la loro complessità e bellezza.”

Quella del corallo è una crescita lenta, simile a quella di questo disco, che esce a distanza di tre anni dal precedente “Pulviscolo”, anticipato dal fortunato singolo “Blatte” (che vedeva un prestigioso, quanto raro, featuring di IOSONOUNCANE), e che aveva catalizzato l’attenzione di pubblico e addetti ai lavori per l’eleganza della scrittura e degli arrangiamenti.

In “Corallo” i riferimenti sono quelli di un certo cantautorato contemporaneo, perlopiù americano e canadese (Mac De Marco, Alex Turner, Andy Shauf), ma più oscuro e soul in stile Isaac Hayes e Billy Withers, unito ovviamente ad una sensibilità italiana per le melodie, che in alcuni casi fa pensare ad Alan Sorrenti.

Colombre, al secolo Giovanni Imparato, si è preso il tempo per scrivere e arrangiare “Corallo”, per produrre “Deluderti” di Maria Antonietta nel 2018 e fare un tour come chitarrista di Calcutta nel 2019.

Prodotto da Colombre, Fabio Grande e Pietro Paroletti, il disco è stato registrato e mixato alla Sala Tre di Roma, masterizzato da Andrea Suriani all’Alpha Depth di Bologna e vanta la collaborazione di Fabio Rondanini (Calibro 35, Afterhours) alla batteria.

BIO

Colombre è Giovanni Imparato.  Come il mostro marino del racconto di Buzzati, da cui prende il nome, ad un certo punto affiora dall’acqua pubblicando nel 2017 l’album Pulviscolo (Bravo Dischi). Il disco, preceduto dal singolo Blatte, arricchito dal prezioso featuring di IOSONOUNCANE, ha ottenuto attenzione e consensi da pubblico e critica, ed è stato candidato nella cinquina del Premio Tenco come miglior opera prima. Questa accoglienza ha permesso al cantautore di Senigallia di intraprendere un tour in tutta Italia di più di novanta concerti, tra il 2017 e 2018. Nello stesso 2018 co-produce e arrangia il disco “Deluderti” (La Tempesta Dischi, 2018) della cantautrice Maria Antonietta, con la quale aveva già collaborato nella produzione del suo disco precedente “Sassi” (La Tempesta Dischi, 2014). Nel 2019 Calcutta lo invita a prendere parte al fortunato tour di Evergreen come chitarrista. “Non ti prendo la mano” e “Arcobaleno” sono i due brani che anticipano il nuovo album “Corallo” la cui uscita è prevista per il 20 marzo 2020.

avatar