Covid: clowndottori di Pisa lanciano petizione per tornare in corsia

La storica associazione Ridolina che da 20 anni porta avanti sul territorio di Pisa la terapia del sorriso, operando nel reparto di oncoematologia  pediatrica del santa Chiara ha lanciato una petizione per l’istituzione di una legge nazionale che istituisca la figura del clown terapeuta.

Dal lockdown i clown dottori hanno dovuto interrompere la loro presenza in reparto a causa delle norme anti-Covi. “Abbiamo ripreso a fare le nostre attività all’aria aperta nel giardino dell’ospedale ma ora ciò non è più possibile. C’è bisogno di un quadro normativo che ci integri nei percorsi terapeutici” spiega Francesco Pisani  dell’associazione Ridolina.

Uno stralcio della petizione che potete sottoscrivere andando QUI

A causa delle restrizioni legate al Covid-19, l’Associazione Ridolina ha dovuto interrompere la presenza ventennale dei suoi clown dottori Doda e Bazar nel reparto di oncoematologia pediatrica Santa Chiara di Pisa, dopo gli ultimi tre mesi di servizio post lockdown realizzato all’aperto nel giardino sottostante il reparto.

Stessa sorte è toccata ad altre/i clown dottori in altri ospedali.

L’Associazione ha deciso così di ideare un evento per lanciare questa petizione e  ridare il sorriso alle bimbe ricoverate e ai bimbi ricoverati, alle loro famiglie che hanno conosciuto in vent’anni di attività e in esteso a tutta la cittadinanza.

0 0 vote
Article Rating
guest
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments