Confcommercio: 72% operatori terziario non reggerà altro lockdown

Franco Marinoni
Foto tratta da profilo FB

Confcommercio: 72% operatori terziario non reggerà altro lockdown

 
Play/Pause Episode
00:00 / 00:03:06
Rewind 30 Seconds
1X

Il 72% degli operatori del terziario in Toscana dichiara di non essere in grado di reggere un nuovo lockdown: e’ quanto emerge dall’Osservatorio congiunturale curato da Format Research per conto di Confcommercio Toscana, presentato a Firenze.

Il 57% degli intervistati si e’ detto in difficolta’ nel rispettare le scadenze fiscali, con Irpef, Irap, Ires e Tari come imposte considerate piu’ pesanti: per questo il primo intervento chiesto al nuovo  governo regionale riguarda la sfera fiscale, il credito, la finanza agevolata. Inoltre, e’ salita al 42% la quota delle imprese che hanno inoltrato la domanda di credito tra aprile e settembre 2020: in due terzi dei casi la risposta delle banche e’ stata positiva. Il 70% dei commercianti e dei titolari di pubblici esercizi teme l’aumento del fenomeno dell’usura, e il  59% teme i tentativi della malavita di impadronirsi delle aziende. A meta’ 2020 si e’ dimezzata l’apertura di nuove attivita’ rispetto allo scorso anno (1.800 in

meno nel saldo nuove nate-cessate), in un contesto che vede consumi in calo di 12 miliardi di euro (-13,8%, peggio della media nazionale). Sono 104mila le assunzioni in meno rispetto al 2019 (-51% solo nel turismo, per lo piu’ a causa del blocco degli stagionali), in
attesa della fine del blocco dei licenziamenti.
‘Chiediamo alle istituzioni, locali e nazionali – afferma la presidentessa di Confcommercio Toscana, Anna Lapini – di fare quanto possibile per non lasciarci soli a scontare sulla nostra
pelle, e su quella dei nostri dipendenti, le conseguenze di una crisi certo imprevedibile e inaspettata, ma che dobbiamo affrontare insieme, senza lasciare indietro nessuno’.

0 0 vote
Article Rating
guest
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments