Ven 29 Set 2023
HomeToscanaCronaca🎧 Omicidio Ciatti: Bissultanov condannato per omicidio volontario

🎧 Omicidio Ciatti: Bissultanov condannato per omicidio volontario

🎧 Omicidio Ciatti: Bissultanov condannato per omicidio volontario
/

Girona, la giuria spagnola ha emesso il verdetto con il quale condanna il ceceno Bissoultanov per omicidio volontario al procedimento per la morte di Niccolò Ciatti, avvenuta nel 2017, a Lloret de Mar, mentre è stato assolto l’altro imputato

Il calcio sferrato a Niccolò Ciatti voleva uccidere, questo è quanto ha stabilito la giuria popolare del Tribunale provinciale di Girona, in Spagna che al termine della camera di consiglio ha condannato per omicidio volontario Rassoul Bissoultanov, il cittadino ceceno che partecipò al pestaggio del 22enne toscano.

A spiegarlo è stato il legale della famiglia Ciatti, Agnese Usai. ToccherĂ  ora al giudice, in un secondo momento, stabilire l’entitĂ  della pena.

Ricordiamo che l’accusa ha chiesto 24 anni di condanna e 9 di libertĂ  vigilata avanzata. Assolto, invece, l’amico di Bissoultanov, Movsar Magomadov.

“Ci son voluti quasi cinque anni per scrivere su un foglio di carta che la morte di Niccolò fu omicidio volontario, cosa che era evidente al mondo intero da subito. Pochi minuti fa la giustizia spagnola ha emesso il verdetto. Aspettiamo l’entitĂ  della condanna che potrebbe variare fra i 15 e 24 anni. Mi sono sentito con la famiglia da pochissimo, rimane l’amarezza per l’assoluzione del secondo imputato. Noi come cittĂ  e come comunitĂ  ci stringiamo attorno a Lugi, Cinzia e Sara”. CosĂŹ il sindaco di Scandicci, Sandro Fallani, commenta il primo verdetto  al processo in corso a Girona.

“Non possiamo gioire di questa condanna ma certamente la sentenza spagnola ci ridona un po’ di quella fiducia nella giustizia che avevamo perso. Abbraccio i familiari di Niccolò che hanno sempre dimostrato in questi anni estrema compostezza e dignitĂ . Nessun tribunale potrĂ  restituire loro il figlio ma adesso, dopo quasi cinque anni, sarĂ  meno duro affrontare il futuro”. È il commento del sindaco di Firenze Dario Nardella, che è anche sindaco della CittĂ  Metropolitana di cui fa parte Scandicci dove viveva Niccolò Ciatti con la famiglia. Nardella ha commentato la sentenza di condanna per omicidio volontario contro Rassoul Bissoultanov, uno dei ceceni imputati del pestaggio mortale contro il 22enne fiorentino, ucciso a botte nell’agosto del 2017 in una discoteca di Lloret de Mar (Spagna).

Per Rosa Maria Di Giorgi è  presidente gruppo PD in commissione cultura della Camera, “la condanna  per omicidio volontario inflitta a Rassoul Bissoultanov dal tribunale provinciale di Girona, in Spagna, certamente non ci restituisce Niccolò Ciatti, ma rappresenta comunque un primo passo verso la giustizia.Bissultanov  non ha ucciso casualmente Niccolò, ma lo ha colpito con la freddezza di un killer. Questo dice la condanna, dopo un dibattimento breve ma in cui le evidenze erano, come naturale, tutte verso questo tipo di esito. Un primo passo perchĂŠ  i due amici del condannato, autori con lui del drammatico e criminale pestaggio che ha ucciso Niccolò nella discoteca di LLoret de Mar sono ancora liberi, e perchĂŠ in particolare  Movsar Magomadov è stato assolto. In questi anni, insieme con le istituzioni locali, abbiamo tenuta alta l’attenzione nei confronti della giustizia spagnola, e questa sentenza  dĂ  ragione ai nostri sforzi e a quelli della famiglia, che non si è mai arresa. Oggi il primo  mio pensiero va a loro”
Subscribe
Notificami
guest
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments

ABITO IN COMMUNITY: verso la creazione del network Urban Housing Coop-Net! - Puntata 2

Tif e Repubblica, sinergia video social - ospite Gianluca Monoastra

UNA VITA TRA DUE RIVOLUZIONI.