Mer 8 Feb 2023
HomeToscanaToscana: 23 Mln per tangenziale Pisa e 1 Mln per ripristino Sp26...

Toscana: 23 Mln per tangenziale Pisa e 1 Mln per ripristino Sp26 Elbana

Saranno appaltati entro dicembre 2022 e cominceranno entro il 2023, con la conclusione prevista per il primo semestre 2025, i lavori per il tratto della cosiddetta tangenziale Nord-Est a Pisa, nel tratto compreso fra Madonna dell’Acqua e Cisanello. 1 milione di euro finanziato dalla Regione Toscana per  la strada provinciale 26 che collega Rio nell’Elba a Rio Marina.

Nell’accordo di programma fra Regione Toscana e Provincia di Pisa l’investimento complessivo per la viabilità è di 21,032 milioni di euro: la Regione interverrà con fondi propri per 6,8 milioni, la Provincia di Pisa con 1,2 milioni e il resto (13 milioni) arriverà dalle risorse statali del Fondo per lo sviluppo e la coesione che verranno erogate dal Ministero.

Sarà invece  ripristinata, grazie a quasi 1 milione di euro finanziato dalla Regione Toscana, la strada provinciale 26 che collega Rio nell’Elba a Rio Marina. L’intervento, contenuto nell’accordo di programma fra Regione e Provincia di Livorno, è stato presentato oggi dal presidente della Regione Eugenio Giani e dall’assessore alle infrastrutture e mobilità Stefano Baccelli.

La strada è sprofondata in alcuni punti a causa di fenomeni di dissesto provocati, secondo le indagini tecniche finanziate dalla Regione Toscana, dalla presenza di calcare cavernoso e dal pompaggio delle acque sotterranee. “Il ripristino della strada provinciale – ha osservato Baccelli – è particolarmente importante e cruciale per l’accesso al porto. L’intervento era molto atteso anche perché nel corso negli anni non si riusciva a trovare finanziamenti. Fin dal 2008 si sono verificati problemi di smottamenti, e quindi era una richiesta reiterata dai Comuni interessati”.

Per Giani “la Toscana diffusa passa anche attraverso il livello di modernizzazione, manutenzione e realizzazione di quei piccoli e grandi tratti che consentono di far più sentire più vicina la Toscana delle delle aree interne, quella dei paesini. In questo caso penso al raggiungimento del porto per gli elbani, ma anche per i turisti”.

“Dopo l’emergenza Covid – ha affermato il presidente della Regione- riprendiamo in Toscana  investimenti e impegni anche sugli altri fronti, fra questi anche le strade che assumono e assumeranno una connotazione di carattere sempre più prioritario nell’ottica di una Toscana diffusa che vuole accorciare le distanze perché, anche sul fronte dei collegamenti, non rimanga indietro nessuno”. Per l’assessore regionale ai trasporti, Stefano, si tratta di “un intervento economicamente rilevante, un’opera strategica per l’area pisana, un’alternativa viaria diretta, che inizierà nel comune di San Giuliano Terme e sarà in grado di fluidificare il traffico ed alleggerire i flussi attualmente diretti verso la città”.

guest
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments

Rock Contest 2022 | La Finale

DISCORSI E CRIMINI DI ODIO: A CHE PUNTO SIAMO IN ITALIA?

UNA VITA TRA DUE RIVOLUZIONI.