Caso David Rossi: la mail fu scritta dopo la sua morte

David Rossi
DAVID ROSSI © Imagoeconomica

Un altro giallo, spunta nella vicenda della morte di David Rossi, addetto alla comunicazione di Monte dei Paschi di Siena. Stavolta riguarda la mail con la quale scriveva di volersi suicidare. Il suo corpo senza vita fu trovato il 6 marzo 2013 sulla strada su cui si affacciava il suo ufficio presso Rocca Salimbeni.

Quello che emerge da un’inchiesta de L’Espresso riguarda la mail con la quale David Rossi scriveva all’amministratore di Mps, Fabrizio Viola, la sua intenzione di suicidarsi. Stando a quanto riportato quella mail fu creata il giorno successivo al ritrovamento del corpo di David Rossi.

Il fatto, per la verità, è già noto agli inquirenti che ancora indagano per far luce sulla vicenda. Infatti, la relazione che evidenzia questa anomalia è presente negli allegati alla proposta di archiviazione della Procura di Genova. La relazione era stata inviata dal giudice per le indagini preliminari di Genova, Franca Borzone, oggi in pensione.

Secondo la polizia postale la mail incriminata, apparentemente inviata da David Rossi il 4 marzo 2013, è stata invece creata il 7 marzo. Il messaggio – «Stasera mi suicido, sul serio. Aiutatemi!!!» – è collocato all’interno di uno scambio di mail tra Rossi e Viola. La Polizia postale ha trovato due versioni di questa mail, con la stessa frase, «ma entrambe hanno data di creazione il 7 marzo 2013» alle ore 11.41. Invece, «il delivery time è del 4 marzo 2013 alle ore 10.13».

Una prova senza la quale è difficile chiudere il caso come suicidio.

0 0 votes
Article Rating
guest
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments