Bonus psicologo, per la Toscana ci sono 630mila euro

bonus

“Il bonus psicologo – dice la presidente dell’Ordine toscano Maria Antonietta Gulino – è una misura di grande importanza visto che durante la pandemia la richiesta di assistenza psicologica da parte degli italiani e dei toscani, dagli anziani agli adolescenti passando anche per i bambini, è aumentata in modo esponenziale”.

“Ben 630mila euro sono stati destinati alla Toscana per il bonus psicologo una misura di grande importanza visto che durante la pandemia la richiesta di assistenza psicologica da parte degli italiani e dei toscani, dagli anziani agli adolescenti passando anche per i bambini, è aumentata in modo esponenziale” lo  ha dichiarato – dice la presidente dell’Ordine toscano Maria Antonietta Gulino .

 E’ scattato infatti  oggi, 25 luglio, il bonus psicologo, ed è ’ online la piattaforma Inps per la Famiglia per presentare la richiesta del “Contributo per sostenere le spese relative a sessioni di psicoterapia”. C’è tempo sino al 24 ottobre: si potrà chiedere il contributo per sé stessi o per terzi e sarà utilizzabile entro 180 giorni dall’accoglimento della domanda. 

Il bonus  è destinato ai cittadini richiedenti con Isee non superiore ai 50mila euro. L’importo totale dell’aiuto dipende dalla situazione economica del beneficiario e prevede fino a 50 euro a seduta per un massimo di 600 euro per ogni persona, per chi ha Isee inferiore a 15.000 euro. Per chi ha un Isee tra 15.000 e 30.000 euro il massimo è di 400 euro mentre, con un Isee ancora superiore, è di 200 euro. Il beneficio è riconosciuto una sola volta.

“Nell’attesa di implementare presto la carenza degli psicologi dipendenti del nostro servizio pubblico e di intervenire sul turnover dei pensionamenti con nuove assunzioni, lo Stato riconosce attenzione alle condizioni di depressione, ansia, stress e fragilità psicologica, riconosce l’importanza e la priorità di una risposta di cure psicologiche – conclude Gulino -. Una misura che si affianca alla legge toscana sullo psicologo di base, oggi come non mai il benessere psicologico dei toscani è una priorità”.

Per chi si può chiedere il contributo? Per sé stessi o per gli altri se si è genitore, genitore affidatario, tutore legale, amministratore di sostegno, curatore.
Per avere approfondimenti e aggiornamenti è possibile consultare il sito dell’Ordine degli Psicologi della Toscana e del Consiglio Nazionale dell’Ordine degli Psicologi.


0 0 votes
Article Rating
guest
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments