Il 38/mo Gamo International Festival si chiude con la prima assoluta di “Ophelia Suite”

Gamo

Domenica 10 dicembre ore 11.00, presso il Museo Novecento di Firenze, l’ultimo appuntamento della rassegna di musica contemporanea Il 38/mo Gamo International Festival si chiude con la prima assoluta di “Ophelia Suite” nuova produzione firmata Gamo. Il progetto è un omaggio al celebre personaggio shakespeariano su musiche originali di Stefano Pierini, eseguite dal Gamo Ensemble, diretto da Francesco Gesualdi, con la soprano Ljuba Bergamelli e la voce narrante dell’attore Eugenio Allegri.

Si chiuderà domenica 10 dicembre alle ore 11 presso il Museo Novecento di Firenze (piazza Santa Maria Novella 10), con la prima assoluta di “Ophelia Suite”, omaggio al celebre personaggio shakespeariano su musiche originali di Stefano Pierini, eseguite dal Gamo Ensemble con la soprano Ljuba Bergamelli, la trentottesima edizione del Gamo International Festival – Gif, rassegna di musica contemporanea dedicata alle produzioni più innovative e interessanti della scena internazionale, organizzata da Gruppo Aperto Musica Oggi.

Il concerto è una produzione originale, eseguita dal Gamo Ensemble, diretto da Francesco Gesualdi, composto da Marco Ortolani (clarinetto), Nicola Tommasini(fisarmonica), Camilla Insom (viola), Giorgio Marino (violoncello), Alberto Lo Gatto (contrabbasso).

Al centro due voci: quella recitante dell’attore Eugenio Allegri, registrata ed elaborata digitalmente, e quella dal vivo della soprano Ljuba Bergamelli. Al centro Ophelia,l’anti eroina, la vittima universale del potere, della società patriarcale e maschilista, dell’ambizione altrui; la donna riflessa negli occhi degli uomini “che la circondano e la soffocano”, si dice nel programma di sala. Brani tratti da Shakespeare, Kierkegaard, Rilke, De Nerval e Sylvia Plath, letti dalla voce di Allegri, si alterneranno a una “mad song” interpretata dalla Bergamelli e a rielaborazioni di musiche di Schumann, Brahms e Strauss. Il progetto, a cura di Pierini, è la prima tappa di un percorso verso la realizzazione di un lavoro di ampie dimensioni sulla figura di Ophelia costruito sul modello delle 14 stazioni della Via Crucis, che costituiranno il percorso della ‘Passione’ laica della protagonista. L’iniziativa è inserita nel progetto SIAE Classici di Oggi – edizione 2017.

“Siamo molto soddisfatti di come sia andato il festival, sia per la grande partecipazione di pubblico che per l’alto livello delle performance degli artisti proposti. – dichiaraFrancesco Gesualdi, direttore artistico – Ripartiamo ora con una nuova energia e un grande entusiasmo non solo verso la prossima edizione ma anche verso i 40 anni del GAMO. Vorrei ringraziare tutti coloro ci hanno seguito, le istituzioni che ci hanno sostenuto e i partner artistici che hanno collaborato con noi”.

Per prenotazioni direzioneartistic[email protected], tel. 055 210804

avatar