Sport:’Fair Play’ per la correttezza nel gioco e l’educazione a un tifo sano

sport
Sport:'Fair Play' per la correttezza nel gioco e l'educazione a un tifo sano
/

Presentato da Nicola Armentano con Coni, Azzurri Italia, Ussi e Veterani dello Sport l’innovativo progetto che vedrà in campo una “squadra” d’autore. In Palazzo Medici Riccardi Manuel Pasqual, Vincenzo Luciani, Aleksandra Cotti, Simone Favaro, Svetlana Korytova, Giovanna Volterrani. I video messaggi di Lorenzo Bacci, Alberto Bettiol, Liam Udom, Filippo Megli, Simone Ciulli, Matteo Vannucci. Il saluto del Sindaco Dario Nardella

E’ stato presentato venerdì 29 aprile nella Sala Pistelli di Palazzo Medici Riccardi da Nicola Armentano, consigliere della Città Metropolitana delegato allo Sport, e Domenico La Penta (Coni) con Giovanpaolo Innocenti (Azzurri Italia), Gianni Taccetti (Veterani dello Sport) e l’Ussi, l’innovativo progetto ‘Fair Play’ per la correttezza nel gioco e l’educazione a un tifo sano. Nell’occasione, in rappresentanza di quanti hanno aderito all’iniziativa, sono intervenuti in presenza un nutrito gruppo di atleti delle diverse discipline sportive (Manuel Pasqual, Vincenzo Luciani, Aleksandra Cotti, Simone Favaro, Svetlana Korytova, Giovanna Volterrani). Altri hanno inviato un video messaggio (Lorenzo Bacci, Alberto Bettiol, Liam Udom, Filippo Megli, Simone Ciulli, Matteo Vannucci).

Il progetto consiste nell’inviare nei mesi di maggio e giugno 2022 atleti o persone che hanno scritto  pagine significative nella storia  dello sport ad assistere a partite  di calcio, basket, pallavolo,pallamano, rugby, baseball e pallanuoto disputate da ragazzi di età  compresa fra gli 11 e i 15 anni.
ll premio verrà assegnato alla società avente sede nei territori della Città Metropolitana di Firenze i cui tifosi avranno tenuto un comportamento che rispetti i valori  dello sport e che si saranno distinti per dei gesti di fair play.
La società vincitrice riceverà un premio in denaro per ristrutturare l’impianto in termini di sostenibilità ambientale. Il vincitore verrà decretato sulla base di una classifica stilata dagli atleti e dalle figure rappresentative del mondo sportivo che andranno ad assistere alle gare.

“ll rispetto degli altri è la base della convivenza civile – scrive in messaggio il Sindaco metropolitano Dario Nardella – Si parla di fair play soprattutto nello sport come atteggiamento corretto nei confronti degli avversari. Correttezza e buona educazione, tanto quanto la pazienza, sono le virtù dei forti. Questo vale in un campo sportivo come ogni momento della nostra vita”.

“Lo sport è motore di crescita e portatore di valori sani – sottolinea Armentano – determinanti per lo sviluppo dei giovani. Vincere una competizione con le proprie forze e la più bella dimostrazione che possa avere un atleta. Fair play è sapersi mettere in gioco rispettando sempre gli altri, con spirito di servizio e altruismo. Solo cosi con lo sport possiamo formare le donne e gli uomini di domani”.

guest
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments