ūüéßLiberazione, Nardella: “Combattiamo contro tentativi di amnesia storica‚ÄĚ

‚ÄúLiberazione non significa solo ricordare cosa √® stato il nazifascismo, ma significa oggi anche combattere contro i soliti tentativi di amnesia storica‚ÄĚ. Queste le parole del sindaco di Firenze Dario Nardella nel giorno delle celebrazioni del 78/o anniversario della Liberazione di Firenze dall’occupazione nazi-fascista.

Le celebrazioni della Liberazione si sono aperte alle 7 di oggi, con i rintocchi della Martinella, la campana della Torre di Arnolfo di Palazzo Vecchio, che l’11 agosto 1944 annunci√≤ alla citt√† il ritorno alla libert√† e alla democrazia, e sono proseguite in piazza dell’Unit√† italiana con la deposizione di una corona di alloro da parte delle autorit√† civili, religiose e militari al monumento ai caduti di tutte le guerre.

Al termine della cerimonia, si √® svolto il corteo fino a piazza della Signoria dove, alle 10.30, sull’arengario di Palazzo Vecchio, si sono tenute le
celebrazioni ufficiali con interventi del sindaco Dario Nardella, del presidente della comunit√† ebraica Enrico Fink e della presidente dell’Anpi di Firenze Vania Bagni.

A margine dell’evento Dario Nardella ha ricordato quanto sia importante mantenere viva la memoria: “Per noi Liberazione non significa solo ricordare cosa √® stato il nazifascismo e le violenze sui partigiani e sui civili della nostra citt√†, ma significa oggi combattere contro ogni forma di discriminazione, intolleranza, esercizio autoritario del potere, contro le forme di limitazione dei diritti della persona e contro le forme di amnesia storica: se un Paese non ha una memoria condivisa non pu√≤ costruire un futuro”

Simona Gentili ha intervistato il sindaco di Firenze Dario Nardella

0 0 votes
Article Rating
guest
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments