Tramvia T2 : presentato progetto per prolungamento fino a Sesto Fiorentino

tramvia T2

E’ stato presentato all’interno del Polo scientifico universitario il progetto di prolungamento della linea T2 della tramvia fino a Sesto Fiorentino. La linea partirà dall’aeroporto di Peretola, avrà un investimento complessivo (tra lavori, convogli e spese generali) di 160 milioni e dovrebbe essere pronta nel 2025.

Due le possibilità per la parte finale del percorso della tramvia T2. I due tracciati, al momento ipotizzati, sono differenziati dalle modalità in cui transitano presso il Polo Scientifico: quello più corto, denominato ‘alternativa Pasolini’ lambisce il complesso universitario con uno sviluppo di 5,656 km e 10 fermate compreso il capolinea; quello più lungo, identificata come ‘alternativa Polo’ entra invece nell’insediamento con un allungamento che porta il tragitto a 6,760 km e 12 fermate compreso il capolinea. Il primo tratto (dall’aeroporto a via Pasolini) e l’ultimo tratto del percorso (da via Neruda a viale dei Mille-capolinea) sono comuni. Per quanto riguarda i passeggeri le stime riferite dal Comune di Firenze si attestano a circa 3.200.000 all’anno per l’alternativa ‘Pasolini’ e a circa 4.200.000 all’anno per la soluzione ‘Polo’

“Abbiamo la disponibilità economica quasi al completo – ha spiegato il sindaco di Firenze Dario Nardella -. Si tratta di risolvere l’ultimo nodo, che è quello della parte finale del tracciato, con due opzioni. Una è quella che arriva direttamente al centro storico di Sesto, la cosiddetta opzione ‘Pasolini’, mentre la seconda attraversa più internamente il Polo scientifico, leggermente più lunga”. L’opzione ‘Pasolini’ prevede 10 fermate, quella ‘Polo’ 12 fermate.

I cantieri, ha precisato Nardella, “saranno poco impattanti, non abbiamo impatti rilevanti di tipo paesaggistico-culturale. Diciamo che dal punto di vista dell’impatto assomiglia molto al primo tratto della linea di Scandicci”. Sui due tracciati “prenderemo una decisione d’accordo col Comune di Sesto Fiorentino”. “Sui tempi – ha osservato il sindaco di Sesto Lorenzo Falchi – stiamo per approvare lo studio di fattibilità, andremo poi avanti con la progettazione definitiva ed esecutiva. Il crono-programma prevede l’entrata in funzione nel 2025”. L’assessore regionale alle infrastrutture Vincenzo Ceccarelli ha sottolineato l’alta partecipazione dei cittadini: “Una partecipazione – ha sottolineato – che ci accompagna ogni volta che parliamo di tramvia, anche in virtù del successo che stanno ricevendo quelle che sono in servizio”.

avatar