Tramvia, approvato progetto definitivo Variante al Centro Storico

Tramvia

Firenze, un nuovo passo avanti verso il completamento del sistema tranviario fiorentino. La giunta nella seduta dell’11 agosto ha approvato, su proposta dell’assessore alla Mobilità Stefano Giorgetti, tre delibera in materia di tramvia: le prime due riguardano la VACS (Variante al centro storico Fortezza-Libertà-San Marco) e la terza il primo lotto della linea 4 che collegherà la Leopolda alle Piagge

Le delibere relative alla Tramvia variante centro storico, consistono nell’approvazione del progetto definitivo modificato e nella costituzione della servitù per l’apposizione dei ganci a muro della linea di contatto, atto quest’ultimo che sarà esaminato anche dal consiglio comunale per il definitivo via libera.

“Il progetto della VACS era già stato approvato a suo tempo ma con l’avanzamento della progettazione della linea per Bagno a Ripoli è stato necessario modificare la prima versione nella parte dove sono presenti entrambe le linee. Questo ha comportato una nuova approvazione per il progetto con questa variante – spiega l’assessore Giorgetti – che di fatto anticipa un tratto della linea 3.2.1 nella zona di piazza Libertà e nel primo tratto di viale Matteotti e viale Don Minzoni. Dopo questa approvazione si possono attuare tutte le procedure per la contrattualizzazione e l’avvio dei lavori che inizieranno nei prossimi mesi”.

La modifica in piazza della Libertà prevede, tra le altre cose, la realizzazione della fermata della linea per Bagno a Ripoli già durante i lavori della VACS. Questa fermata sarà posizionata sul lato della piazza tra viale Don Minzoni e viale Matteotti con i binari che proseguiranno fino al capolinea nel primo tratto di viale Don Minzoni. La fermata della VACS invece sarà sul lato fronte Parterre.

Per quanto riguarda la linea 4.1, la delibera approvata è la presa d’atto del progetto definitivo del primo tratto Leopolda-Piagge da inviare al Ministero delle Infrastrutture e della Mobilità Sostenibile per l’avvio dell’iter di approvazione. A differenze delle altre linee, infatti, per la 4 Leopolda-Piagge è il ministero a dover dare il via libera. Dopo questo passaggio formale potrà partire la procedura per la gara di affidamento dei lavori con l’obiettivo di concludere questa fase entro il 2022 per poi partire con i cantieri.

0 0 votes
Article Rating
guest
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments