Gio 18 Lug 2024

HomeToscanaEconomiaTni: -50% ricavi ristoranti, -80% nei centri storici di Firenze e di...

Tni: -50% ricavi ristoranti, -80% nei centri storici di Firenze e di Pisa, rispetto al 2019

‘Peggio a Firenze e Pisa per assenza stranieri e limiti Comuni’ : il bilancio di Tni relativo all’anno segnato dal Covid

Le imprese della ristorazione toscana hanno visto dimezzare il loro fatturato durante la pandemia con picchi di -80% dei ricavi per i locali nel centro storico di Firenze e Pisa. E’ quanto è emerso nel corso dell’iniziativa di Tni Italia che si è svolta oggi al ristorante La Loggia del piazzale Michelangelo di Firenze. “Da un sondaggio fatto tra i nostri associati – ha spiegato Raffaele Madeo, portavoce di Tni Italia – risulta che nella nostra regione le aziende del settore hanno perso il 50% del fatturato rispetto al 2019.

A Firenze e a Pisa la situazione è decisamente peggiore. Sia perché manca il turismo internazionale, sia perché le amministrazioni comunali hanno preso provvedimenti che vanno a colpire i locali del centro storico. Sia che si tratti di un sindaco della Lega, come nel caso di Pisa, o del Pd, come a Firenze, si è deciso di danneggiare bar e ristoranti, che non sono certo fuori dalla crisi”.

Presente all’iniziativa anche Simone Giannerini, direttore nazionale Tni Italia, che ha chiesto l’istituzione di un “bonus filiera toscano destinato ai ristoranti che acquistano prodotti 100% made in Tuscany” e la reintroduzione dei voucher emergenziali per i lavoratori, con un valore di almeno 10 euro netti l’ora, per contrastare il lavoro illegale.

Rock Contest 2023 | La Finale

Sopravvissute, storie e testimonianza di chi decide di volercela fare (come e con quali strumenti)