Tenax: “Daspo perpetuo ai clienti molesti”

Tenax

Firenze, con un comunicato la gestione del Tenax, pur facendo notare come in un periodo come questo, la chiusura di 10 giorni sia particolarmente impattante dal punto di vista economico, fa sapere che non si opporrà o impugnerà il provvedimento, ma che anzi provvederà a bannare l’ingresso nel locale a tempo indeterminato con un Daspo, gli avventori che si renderanno protagonisti di atti violenti che potrebbero mettere a rischio “la sicurezza dei clienti e del quartiere”.

I fatti descritti dalla gestione del Tenax concordano poi con quelli del comunicato della polizia: “La notte del 28 novembre 2021 si sono verificati due episodi di lite all’interno del locale (il primo alle ore 2,00 circa, quando un giovane avventore senza motivo avrebbe colpito all’improvviso una ragazza; il secondo alle ore 5,05 quando due avventori si sarebbero improvvisamente colpiti reciprocamente). La Squadra Volanti della Questura di Firenze, allertata dalla sicurezza Tenax, constatato l’accaduto, con decreto 30.11.2021 ha ritenuto di sospendere l’efficacia della licenza del locale per dieci giorni, con conseguente cessazione dell’attività a decorrere dal 1.12.2021”.

“La Società Prince Srl che gestisce il Tenax ci tiene a dichiarare che non impugnerà né si opporrà a detto provvedimento di sospensione intendendo rispettare quanto disposto dall’Autorità in maniera collaborativa – si legge poi nel comunicato – Ciò premesso la Società intende comunque evidenziare e rendere noto che il Tenax, a seguito della chiusura Covid, ha riaperto, dopo 2 anni, adottando rispettosamente ogni e qualsivoglia misura e cautela di prevenzione Covid a mezzo selezione Green pass e nei modi di legge; oltre a dotarsi di una squadra per la sicurezza interna ed una esterna per tutelare gli avventori e prevenire disagi e problemi tanto alla clientela quanto al quartiere”.

“La gestione del Tenax ha ottemperato ampiamente all’obbligo facentegli carico di garantire l’incolumità e la sicurezza dei clienti, onere che risulta correttamente osservato, con la tempestività e puntualità dell’intervento degli addetti alla sicurezza che hanno agito preventivamente e successivamente sollecitando anche l’intervento delle volanti.
Si è infatti trattato in entrambi i casi di aggressioni improvvise, repentine e difficilmente prevedibili, non preannunciate dal verificarsi di alcun elemento di allarme e originate solo da futili reazioni istintive senza pregresse ragioni. Consideriamo che come è noto gli addetti alla sicurezza non godono di poteri di tipo coercitivo, come espressamente previsto dall’art. 5, comma 1, punto C2, del D.M. 6.10.2009, in applicazione dell’art. 3, commi da 7 a 13, della L. 15 luglio 2009”.

“La sospensione dell’attività ovviamente in questo periodo risulta particolarmente pesante a carico dei lavoratori tutti, artistici e non – lamenta poi il comunicato del Tenax – La gestione Tenax si dichiara comunque profondamente indignata e ferita dai fatti occorsi, ma anche negativamente e gravemente colpita dagli effetti economici e d’immagine del provvedimento notificato, in forza del quale oltre un centinaio di lavoratori artisti e tecnici resteranno a casa; pertanto agirà sin da subito nelle sedi opportune a tutela dei propri diritti nei confronti dei soggetti resisi colpevoli delle aggressioni nonché a richiedere il risarcimento dei danni subiti e subendi a causa delle condotte sconsiderate tenute dai soggetti individuati”.

“Il Tenax dice BASTA e condanna decisamente ogni e qualsivoglia condotta aggressiva e/o molesta, maleducata, prepotente e limitativa del pacifico godimento del locale da parte degli avventori, che possa in qualsiasi maniera attentare alla sicurezza dei clienti e del quartiere. Per questo eserciterà ogni iniziativa volta a prevenire qualsiasi episodio molesto.
I responsabili di quanto accaduto saranno pertanto denunciati.
Chi si renderà colpevole di comportamenti come sopra indicati non avrà più ingresso nel locale a tempo indeterminato (daspo) e la società stessa agirà in ogni caso puntualmente e tempestivamente anche per vedere tutelati i propri diritti risarcitori nelle opportune sedi”.

“Va evidenziato che nell’arco dei 40 anni di attività ininterrotta del Tenax che hanno segnato la storia culturale e musicale italiana ed internazionale ospitando eventi, concerti ed artisti di fama mondiale, gli episodi verificatisi di questo tenore si contano sulle dita di una mano. In ogni caso, oggi come sempre, il Tenax sarà in prima fila nella prevenzione, e nel caso specifico si renderà disponibile in ogni maniera con le autorità per l’individuazione dei colpevoli”.

Il locale riprenderà la sua regolare attività a partire da venerdì 10 dicembre 2021.

0 0 votes
Article Rating
guest
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments