Sollicciano: crolli nel carcere, chiusi cortili ora d’aria

pistola

Ancora crolli nel carcere fiorentino di Sollicciano e, per sicurezza, sono stati chiusi i cortili dove i detenuti trascorrono le ore d’aria.

A darne notizia e’ il Sappe, il sindacato autonomo polizia penitenziaria: “Da alcuni anni, piu’ di tre, il muro di cinta del carcere di Firenze Sollicciano e’ chiuso dopo il crollo di una parte di esso. Lunedi’ scorso – spiega il segretario toscano Pasquale Salemme-, dopo che sono caduti nuovi calcinacci all’interno dei cosiddetti ‘cortili passeggi’, fatto un sopralluogo, la direzione del penitenziario e i tecnici hanno deciso di chiudere tutti e 13 i passaggi all’aperto”. Pertanto, i detenuti in questo momento “possono solo fruire dei locali coperti dedicati al passeggio, mentre la zona all’aperto e’ stata inibita”.

Donato Capece, segretario generale del sindacato, chiede che “si adottino subito interventi idonei per garantire la sicurezza e la salubrita’ della struttura. Tanto piu’ che con il caldo di queste settimane i disagi sono del tutto evidenti e possono determinare situazioni di tensione. Pertanto, auspichiamo in un celere intervento dell’amministrazione penitenziaria”. Capece, infine, evidenzia come “quel che e’ accaduto a Sollicciano ci conferma che la tensione che caratterizza le carceri, al di la’ di ogni buona intenzione, e’ costante”.

avatar