Gio 18 Apr 2024

HomeToscanaCronacaSicurezza a Firenze, Nardella: "Ruota panoramica alle Cascine può servire come deterrente"

Sicurezza a Firenze, Nardella: “Ruota panoramica alle Cascine può servire come deterrente”

Logo Controradio
www.controradio.it
Sicurezza a Firenze, Nardella: "Ruota panoramica alle Cascine può servire come deterrente"
Loading
/

Sicurezza a Firenze. In occasione della presentazione dei lavori di riqualificazione al giardino di piazza della Stazione il sindaco di Firenze è tornato sull’impegno dell’amministrazione in tema di sicurezza. “Abbiamo bisogno che lo Stato ci dia almeno 200 agenti in più. Ce la stiamo mettendo tutta ma non possiamo essere lasciati soli”. Il Sindaco sull’ipotesi poi della localizzazione della ruota panoramica permanente alle Cascine, una delle ipotesi emersa in queste settimane e al vaglio del confronto tra Comune e Soprintendenza, ha ribadito come potrebbe essere una scelta percorribile anche in funzione di rendere viva quall’area del parco a ridosso del Maggio musicale e della fermata della tramvia, troppo spesso scenario di episodi di delinquenza, spaccio e criminalità.

“Siamo la città italiana con il più alto numero di telecamere per abitante, 1600 dispositivi di  videosorveglianza, alle Cascine abbiamo il nuovo dispositivo per il quale la polizia municipale fa un lavoro decisivo col supporto di carabinieri e polizia. Un giro di vite con un impiego importante dell’antidegrado dei vigili. La ruota alle Cascine potrebbe essere un deterrente ulteriore, dobbiamo fare in modo che  quella zona soprattuto vicina al Maggio e alla tramvia sia più frequentata e vivibile e quell’opzione potrebbe essere d’aiuto. Ma noi qui le stiamo provando tutte”, illustra, fornisce numeri e strategie ma si sfoga anche il Sindaco Dario Nardella a margine della presentazione degli interventi relativi al verde nell’area della stazione centrale. Tre aiuole rimesse a nuovo che saranno manutenute e sorvegliate con un potenziamento intorno che sarà a beneficio anche della sicurezza dell’area, che a fine luglio vedrà anche il tanto atteso smantellamento del cantiere delle Ferrovie sotto la pensilina. “Così tra meno di un mese recupereremo la stazione, la piazza e il giardino” ribadisce con soddisfazione, tornando però anche a rivolgere un appello al Governo e alle forze politiche.

“Steward per la movida, presidi fissi alla stazione, blitz la sera, giro di vite alle Cascine telecamere di video sorveglianza, però  il tema è che lo Stato deve garantirci i presidi con gli agenti in divisa e mi auguro che tutte le forze politiche condividano questa nostra richiesta che è un bisogno oggettivo. Firenze ha ogni giorno 300 mila persona in più e va gestita con tali proporzioni. Noi ribadiamo la nostra richiesta di almeno 200  agenti in più. Il turn over che c’è tra le forze dell’ordine è molto più veloce del ritmo di rimpiazzo e di assunzioni. il saldo netto è negativo”, conclude il sindaco.

Rock Contest 2023 | La Finale

"Prenditi cura di me"