Scuola: suona la campanella anche al teatro della Pergola

Città Metropolitana

Fino al prossimo novembre tre classi della scuola media statale Giosuè Carducci faranno lezione nella sala delle Colonne, nel saloncino intitolato a Paolo Poli e nel foyer di galleria.

Stamani la campanella per il ritorno in classe è suonata anche alla Teatro della Pergola. Nella sale del teatro adattate ad aule, gli studenti seguiranno lezioni di storia del teatro, di etica digitale e un vero laboratorio teatrale, grazie alla collaborazione della Fondazione Teatro della Toscana con la regista Manu Lalli e l’associazione Venti Lucenti.

Il 27 luglio scorso la ministra dell’Istruzione Lucia Azzolina, aveva visitato la Pergola, plaudendo alla “grande opportunità di formazione culturale e di arricchimento per i ragazzi”, a “un modello di sana contaminazione tra scuola e cultura”.

La Fondazione Teatro della Toscana, di cui fa parte la Pergola, è il primo teatro nazionale in Italia “che apre le sue sale alle attività didattiche, un’improrogabile priorità nella ripartenza del Paese”: un’esperienza “formativa volta a garantire il diritto e anche il dovere di lezioni in presenza e in completa sicurezza, un progetto strategico che unisce Firenze a Scandicci con il Teatro Studio ‘Mila Pieralli’ e a Pontedera (Pisa) con il Teatro Era che già prevede percorsi dedicati a studenti e docenti, e una serie di incontri (come nella pratica della lezione/spettacolo) allargati a studenti, docenti e pubblico. Guida portante degli argomenti il programma didattico, dal quale si deriveranno le tematiche di approfondimento”.

L’iniziativa è stata voluta dal Comune di Firenze, attraverso l’azione del presidente del Teatro della Toscana Tommaso Sacchi, anche assessore alla cultura di Palazzo Vecchio, e dell’assessora all’Educazione Sara Funaro, dal Comune di Scandicci, dal Comune di Pontedera e dalla Regione Toscana.

0 0 votes
Article Rating
guest
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments