Mar 25 Giu 2024
HomeCultura & SpettacoloCinemaScandicci Open City 2024, lo spettacolo è nell’aria

Scandicci Open City 2024, lo spettacolo è nell’aria

Tutto pronto per la nuova edizione di Scandicci Open City.  “Lo spettacolo è nell’aria” propone quest’anno 130 eventi tra teatro, musica, cinema, danza, circo contemporaneo, poesia, talk show e incontri che, dal 6 giugno fino al 29 settembre, animeranno piazze, giardini, circoli, ville e aie.

Dopo il successo dello scorso anno torna a Stazione Utopia, presso il giardino del Castello dell’Acciaiolo di Scandicci, il festival di danza contemporanea Nutida-Nuovə Danzatorə, la cui direzione artistica è affidata a Cristina Bozzolini e a Saverio Cona. A partire dal 6 giugno un festival ispirato alla relazione con il luogo e i suoi abitanti accogliendo spettacoli site specific pensati o riadattati in forma “nuda”, in un giardino, all’aperto d’estate all’ora del tramonto. che favorisce la commistione fra talenti internazionali e giovani coreografi, sostenendo questi ultimi nel loro processo di crescita. Degna di nota anche la modalità di fruizione degli spettacoli, inconsueta e destrutturata, in grado di favorire l’accessibilità e la partecipazione di nuovi pubblici.
L’Accademia Musicale di Firenze, al Pomario dell’Agorà dell’Acciaiolo, propone eventi di musica e di teatro che celebrano importanti anniversari. Si parte il 28 giugno con il coro degli Academy Singers diretti da Gianni Mini. Tra gli appuntamenti più importanti Enrico Fink e i Solisti dell’Orchestra Multietnica di Arezzo con lo spettacolo musicale Klezmer (8 luglio), Ciro Masella in “Un’opera da quattro soldi” (12 luglio) e i cento anni dal delitto Matteotti raccontato da Meacci, Morozzi e Riondino nello spettacolo “Il corpo”, ideato e presentato da Riccardo Nencini (15 luglio). E poi l’amore per la tradizione: quella toscana con Gianmaria Vassallo (4 luglio) e quella napoletana con Enzo Carro (11 luglio). Chiude, nell’ambito della collaborazione con il Musart Festival,  il concerto “E infine uscimmo a riveder le stelle” (16 luglio): sul palco Luigi Campoccia, pianista che ha al suo attivo una lunga collaborazione con Giorgio Gaber. Molto conosciuto anche in ambito jazz, Campoccia sarà  accompagnato da Luca Ravagni al sassofono.

Sempre al Pomario Li.be Libera Bellezza propone “Cominciai a sognare anch’io”, un tributo a Fabrizio De André. L’appuntamento è previsto per martedì 25 giugno e vedrà sul palco Francesco Rainero insieme a Bianca De Astis, Chiara Vichi, Alessio Falcone e Michele Andriola. A settembre lo spettacolo sarà replicato nel Giardino degli Incontri di Sollicciano.

Mercoledì 10 luglio torna a Scandicci Teatro Studio Krypton con Apologia della pace e dell’armonia del movimento: progetto di cui fanno parte “Un’unica grande preghiera, omaggio a Etty Hillesum” al Pomario dell’Acciaiolo e “Body Scaping: Kinetic Harmonies” di Massimo Bevilacqua, appuntamento dedicato alle scuole nel mese di settembre.
Nel primo il poeta scandiccese Lorenzo Bertolani, partendo dai quaderni scritti da Etty e pubblicati solo negli anni ‘80, delinea una narrazione poetica che mette in luce una figura poco nota ma tenuta in grande considerazione sia dalla comunità ebraica sia da quella cristiana. Le tappe principali della biografia di Etty, tanto breve quanto intensa, vengono ripercorse e coadiuvate da un impianto scenico visivo e sonoro di grande suggestione e impatto, con la cifra stilistica che ha sempre contraddistinto il lavoro di Krypton.
“Body Scaping” esplora invece l’interazione tra il movimento del corpo e la composizione musicale. Ci si avvale dell’impiego di sensori tecnologicamente avanzati per catturare le espressioni e i movimenti specifici per trasformarli, generando e ridefinendo le sonorità musicali.
Lo spazio del Pomario è ancora protagonista con OpenCine, appuntamento curato dagli Amici del Cabiria. Una rassegna di film all’aperto, che si compone di cinque serate a settimana, dal lunedì al venerdì dal 18 luglio al 7 agosto. Un programma che spazierà con film che valorizzano il territorio, film internazionali, film che hanno ricevuto premi ai vari Festival e film per i più piccoli. Per alcuni di questi sono previsti ospiti del mondo cinematografico e affini che dialogheranno col pubblico.
Immancabile come ogni anno l’associazione APS Aria Network Culturale e il suo Cirk Fantastik! Dal 30 agosto all’1 settembre. Il Festival internazionale di circo contemporaneo torna a Scandicci con artisti nazionali e internazionali, parate, live music e laboratori gratuiti per bambine e bambini. Da Mar de la Plata a Scandicci, Cirk Fantastik traccia un ponte per portare nell’ambito di Open City 2024 l’atmosfera calda e onirica dell’estremo sud dell’Argentina con manoAmano, insieme a Le Radiose, un trio tutto al femminile composto da teatranti ed artiste di strada provenienti da diverse compagnie da anni attive nel mondo del clown teatrale, contaminate dalla grande tradizione dei trii/quartetti vocali swing anni ’30 e ’40. Non mancheranno laboratori realizzati in collaborazione con Officina dei Sogni e tanta musica all’aperto.
Torna nel programma di Scandicci Open City l’associazione La Chute con la seconda edizione di “In cammino verso il vuoto”, tre serate, molto diverse per contenuto, fruizione e potenziale pubblico di riferimento, legate tra loro dall’idea che il titolo suggerisce: un cammino interattivo che condurrà verso il “vuoto”, inteso non come mancanza, come assenza, ma come un salvifico distanziarsi dalla dimensione materiale e materialistica che è la cifra della società in cui viviamo. Il percorso parte da un concerto “classico”, con strumenti fisici e musicisti sul palco, per poi virare verso l’elettronica, metafora stessa del cammino: la musica elettronica come “strumento” che permette la creazione di una dimensione intima, fatta di ascolto e movimento, unione e partecipazione coi luoghi in cui il pubblico si troverà. Primo appuntamento Mick Harvey in concerto al Circolo ARCI di Badia a Settimo martedì 11 giugno.
Officina dei sogni prosegue il suo lavoro con il territorio di Scandicci attraverso l’esperienza teatrale “In circolo con i bambini, per i bambini”: uno spazio di confronto per le famiglie, un piccolo motore culturale per vitalizzare e sostenere spazi alternativi del territorio cittadino con una variopinta proposta culturale. Da qui la scelta di collocare gli spettacoli in più luoghi della città: i circoli. Tanti appuntamenti a giugno che si concluderanno martedì 25 con “Giulivo Baloon Show” al Circolo ARCI di Badia a Settimo.
Sempre in quest’ultima location la XXVI Rassegna teatrale in vernacolo, per proseguire un percorso di avvicinamento di tutta la popolazione del territorio al teatro. Mercoledì 19 giugno la Compagnia Guelfi e Ghibellini propone “Arsenico e vecchi cornetti”.
Tra le novità di questa stagione la Filarmonica “Vincenzo Bellini” apre il giardino della propria sede di Via San Bartolo in Tuto per due aperitivi in musica la domenica mattina alle 11:00. Il 23 giugno l’appuntamento è con la Banda che presenta brani di musica da film, musica classica e musica originale, mentre domenica 14 luglio sarà la volta della Big Band diretta dal M° Tolmino Marianini ed il repertorio jazz, swing e latino-americano.

L’Auser di Scandicci, la sez. soci Coop Scandicci, Spi-Cgil e l’associazione culturale Mald’estro propongono “L’Unione fa cultura”, due spettacoli teatrali nel giardino dell’Humanitas. Mercoledì 19 giugno “Fiorentini al mare” e mercoledì 26 giugno “Stenterello”, entrambi con la regia di Alessandro Calonaci.

“Pullulat” è la rassegna teatrale dell’associazione Art-U, tutta presso il Circolo ARCI di San Colombano. Da giugno a settembre cinque eventi portati in scena da attori professionisti, spaziano fra i vari generi – dal teatro per bambini, al monologo. Cinque serate all’insegna dell’arte drammatica per coinvolgere grandi e piccini. Primo appuntamento giovedì 27 giugno con “Storie Improvvisate”, performance di teatro e musica per bambini dai 6 ai 10 anni.

Il consueto appuntamento con Open Ring Scandicci curato da Nem Nuovi Eventi Musicali torna con tre concerti previsti nel mese di luglio presso il Circolo ARCI Le Bagnese, immerso in una splendida area verde attrezzata. La programmazione, incentrata attorno ad artisti di assoluta qualità, spazia tra generi e forme: uno spettacolo musico-narrante dedicato a Edith Piaf (5 luglio), l’omaggio a Battisti con il Riccardo Mori Quartet (10 luglio), lo swing del Jacopo Martini Quartet (22 luglio).
Immancabili i Gogmagog che quest’anno propongono “Mulheres Do Brazil”, un progetto interdisciplinare che interseca teatro, musica, letteratura, poesia, talk, dedicato alla cultura brasiliana, e in particolare ad alcune delle sue figure femminili. Nasce in sinergia fra la Compagnia Gogmagog e il progetto “UaU Brasil” di Silvia Tesone e presenta due serate al Circolo ARCI di Badia a Settimo. Giovedì 4 luglio si parte con “Il cuore della medusa. Viaggio intorno a Clarice Lispector” un talk con Roberto Francavilla, a seguire lo spettacolo di e con Cristina Abati “Lo straordinario dell’ordinario”, mentre venerdì 5 luglio il percorso si chiude con “Sozinha” concerto di Barbara Casini.
I concerti della Fondazione Omraam alla Villa di Vico, dimora storica del XV secolo, raggiungeranno quest’anno la XXXI Edizione. Tra gli appuntamenti, che trovano una pregevole ambientazione nella sala della Musica, giovedì 11 luglio il Recital di Nadja Dornik (Arpa e Pianoforte). Nadja Dornik (Serbia), pluripremiata a livello internazionale come arpista e come pianista, si esibirà in un emozionante concerto per arpa e per pianoforte, dedicato a Chopin, Liszt, Stravinsky e Garella.
Anche quest’anno Arca Azzurra ha deciso di corroborare relazioni già esistenti con due realtà di Badia a Settimo (Circolo ARCI Vittorio Masiani e Abbazia di S. Salvatore e S. Lorenzo) con temi importanti quali memoria storica, creazione poetica e letteraria, lavoro, impegno verso gli altri che possano coinvolgere un pubblico ampio. La proposta complessiva per i due spazi comprende tre appuntamenti (18 luglio e 1 agosto al Circolo ARCI Vittorio Masiani, 25 luglio all’Abbazia di S. Salvatore e S. Lorenzo). Tra gli spettacoli si segnala Paolo Hendel in Tempi Moderni il 18 luglio.
La Proloco San Vincenzo a Torri-Colline scandiccesi torna a Open City con il suo progetto “A tutta Musica. Dal jazz alla polifonia” – Rassegna jazz nelle fattorie e concerti nelle chiese. L’iniziativa mira a promuovere la diffusione e l’arricchimento della cultura musicale attraverso la proposta di spettacoli di altissima qualità in luoghi che aggiungono la bellezza e l’eccellenza delle colline scandiccesi. Primo appuntamento sabato 22 giugno il gruppo polifonico “Sardos in su coro” alla Chiesa di Sant’Andrea a Mosciano, mentre per la rassegna jazz il primo appuntamento è sabato 6 luglio alla Fattoria di Roncigliano il concerto “Stevieland: social sound of Stevie Wonder”, presentato dal quintetto di Claudia Tellini. Da segnalare, sempre a Roncigliano, il Nico Gori “Young Lions” 4tet, il cui concerto è previsto per il 28 luglio.
In programma a Scandicci l’omaggio, ormai annuale, che la Proloco Piana di Settimo rende al poeta Dino Campana, morto a Castelpulci il 1° marzo 1932 e sepolto nella chiesa dei Santi Salvatore e Lorenzo a Settimo. In programma venerdì 6 settembre presso il giardino della Proloco “E ancora ti chiamo ti chiamo Chimera” con Lorella Serni, un’escursione letteraria, accompagnata da luci e musica, negli scritti dell’autore di quello straordinario “libro unico” che è Canti Orfici, focalizzata sugli aspetti e nelle parti relative al trinomio indissolubile “amore-donna (o meglio, il femminile)-poesia”.
Novità di questa edizione di Open City 2024, e tra gli appuntamenti più importanti del mese di settembre, la prima edizione di Florence Music Summer Contest curato da CNA Scandicci e previsto per sabato 14 e domenica 15.
Il concorso è rivolto a giovani gruppi e solisti da tutta Italia, con l’intento di scoprire e formare nuovi talenti, dando spazio alle realtà musicali italiane e l’opportunità a cantautori e band di porre le basi per un percorso artistico completo, con la fattiva collaborazione di addetti ai lavori. Per i vincitori sono previsti numerosi premi finalizzati alla realizzazione di progetti musicali e alla concreta costruzione di una carriera professionale nel mondo della musica. A tutti i partecipanti, a prescindere dagli esiti della selezione e della gara, viene offerta la possibilità di partecipare a laboratori per affinare le proprie competenze musicali ed esecutive.
Informazioni, programma completo e orari su www.scandicciopencity.it