Mar 16 Lug 2024

HomeToscanaCronacaSalito su gru a Firenze: protesta continua, colloquio con pm

Salito su gru a Firenze: protesta continua, colloquio con pm

Salito ieri mattina su una gru a Firenze, prosegue la protesta del 61 enne già da un giorno arrampicato vicino al palazzo di giustizia di Novoli per protestare contro una condanna a suo carico. La pm di Firenze Christine Von Borries ha avuto un colloquio a distanza con Leonardo Moretti. E’ salita sul tetto dell’edificio in costruzione e da lì è riuscita a parlare con l’uomo che, da quanto emerso, è in buone condizioni di salute.

Prosegue la protesta dell’uomo salito su una gru a Firenze, vicino al palazzo di giustizia del capoluogo toscano. E’ dalle 9 di ieri che Leonardo Moretti, 61 anni, torinese ma residente in Umbria, si è arrampicato sulla gru di un palazzo in costrizione, a un’altezza di qualche decina di metri.

Moretti ha chiesto al magistrato di mettersi in contatto con il suo avvocato  e di approfondire la sua vicenda giudiziaria dicendosi anche disponibile a scendere. E’ possibile, secondo quanto appreso, che il 61enne possa decidersi di scendere domani o lunedì.

Stamattina, utilizzando un megafono, Moretti ha spiegato di non avere alcuna “intenzione né di farmi male né di fare male a qualcuno. Sono solo alla ricerca di giustizia, cosa che mi manca da 30 anni”.

L’uomo, per una vicenda giudiziaria che si trascinerebbe da tanti anni, affermerebbe di aver subito un ingiusto trattamento dalla magistratura, rilanciando la sua innocenza: da quanto emerso nei giorni scorsi sarebbe stato condannato in via definitiva a cinque anni. Due anni fa, sempre per protestare contro alcuni magistrati, si era accampato con una tenda fuori dal palazzo di giustizia di Firenze.

Rock Contest 2023 | La Finale

Sopravvissute, storie e testimonianza di chi decide di volercela fare (come e con quali strumenti)