Mer 24 Lug 2024

HomeToscanaCronacaRegione, Comune di Pisa ricollochi 'Edicola legalità'

Regione, Comune di Pisa ricollochi ‘Edicola legalità’

“La Giunta regionale si attivi con ogni iniziativa utile affinché il Comune di Pisa individui una nuova collocazione, centrale e ben visibile, in cui ricollocare e riqualificare l’edicola della legalità”: è quanto prevede una mozione approvata a maggioranza dal Consiglio regionale.

Il testo è stata promosso dai consiglieri pisani del Partito Democratico Antonio Mazzeo, Alessandra Nardini e Andrea Pieroni per i quali “la lotta alla mafia è fatta prima di tutto di simboli e l’edicola di Borgo Stretto a Pisa era, è, un simbolo. La sua rimozione è stata un gesto grave e provocatorio da parte dell’amministrazione comunale leghista nei confronti di chi promuove la cultura della legalità; un gesto su cui esprimiamo forte contrarietà e su cui auspichiamo si possa porre al più presto rimedio”.

Per i consiglieri Pd “l’edicola di Borgo Stretto in cui campeggiava l’insegna ‘Questo è un bene confiscato alla mafia’ è stato il primo laboratorio regionale di riutilizzo sociale di un’azienda sottratta alla criminalità. Quello che è successo a Pisa merita l’attenzione delle istituzioni, a tutti i livelli, perché è inaccettabile cancellare con un colpo di spugna anni di impegno e partecipazione nella lotta contro la piaga che più di ogni altra affligge il nostro Paese”.

Rock Contest 2023 | La Finale

Sopravvissute, storie e testimonianza di chi decide di volercela fare (come e con quali strumenti)