Lun 26 Feb 2024

HomeToscanaCronacaRacket Astor, chiuse indagini per zio di Kata e altri 3 indagati

Racket Astor, chiuse indagini per zio di Kata e altri 3 indagati

La procura di Firenze ha chiuso l’inchiesta sul presunto racket degli affitti nell’ex hotel Astor a Firenze: tra i quattro indagati lo zio materno della piccola Kataleya Alvarez, Kata, la bambina peruviana di 5 anni di cui non si hanno piu’ notizie dal 10 giugno.

L’uomo, ad agosto scorso, era stato anche arrestato insieme alle altre tre persone indagate per i reato di estorsione, consumata e tentata, rapina, ma anche tentato omicidio e lesioni gravi, tra il novembre 2022 e il maggio 2023, ai danni di altri occupanti lo stabile che un tempo ospitava l’albergo, dove abitava anche Kata e da dove la piccola e’ scomparsa. A ricevere l’avviso di conclusione indagini per un filone che ha proceduto parallelamente a quello della scomparsa della bambina, come riportano oggi alcuni quotidiani, ci sono appunto Abel Argenis Alvarez Vasquez, 29 anni, detto Dominique, lo zio materno di Kata; Carlos Martin De La Colina Palomino, 37 anni; Nicola Eduardo Lenes Aucacus, 39 anni; Carlos Manuel Salinas, di 63 anni. I reati di tentato omicidio e lesioni gravi sono stati
ipotizzati per quando avvenuto la sera del 28 maggio 2023, quando un uomo originario dell’Ecuador fu costretto a gettarsi da una finestra dell’Astor per sfuggire a un’aggressione da parte di uomini armati di mazze da baseball e bastoni di ferro. Riguardo al racket degli affitti, l’accusa contesta che avrebbero preteso circa 600 o 700 euro da chi voleva entrare nell’ex hotel, chiedendo denaro anche a coloro che si recavano in visita.

Rock Contest 2023 | La Finale

"Prenditi cura di me"

UNA VITA TRA DUE RIVOLUZIONI.