Lun 17 Giu 2024

HomeToscanaCronacaPsichiatra uccisa, l'omicida aveva già commesso due aggressioni a medici

Psichiatra uccisa, l’omicida aveva già commesso due aggressioni a medici

L’uomo con l’accusa di omicidio premeditato, prima di ieri aveva già commesso diverse aggressioni ad uno psichiatra, il suo medico ed una guardia giurata.

Prima dell’omicidio di Barbara Capovani, psichiatra dell’ospedale Santa Chiara di Pisa, il suo assassino Gianluca Paula Seung “si era reso responsabile di altre violente aggressioni tra le cui vittime un altro psichiatra, il suo medico e una guardia giurata, ma nessuna autorità ne avrebbe mai disposto il ricovero presso una Rems che nel trattamento di detenuti con riconosciuti e gravi disturbi psichiatrici hanno sostituito i dismessi OPG, con risultati invero meno che deludenti per lo scarso numero di strutture realizzate sul territorio”. A dirlo è stato il generale dell’Osapp Leo Beneduci.

Beneduci ha richiamato l’attenzione su altre circostanze: Seung “era già stato ricoverato nell’Ospedale Psichiatrico Giudiziario di Montelupo Fiorentino e detenuto presso la Casa Circondariale di Firenze-Sollicciano. Per quanto risulterebbe, gli psichiatri che lo avevano visitato a Sollicciano lo avevano definito un soggetto meramente ‘anti-sociale'”.

Per il sindacalista “non è improbabile che nel frattempo Seung torni in prigione, magari nella dissestata e disfunzionante sede del carcere di Pisa ad allargare la foltissima schiera (svariate centinaia) di soggetti affetti da gravi infermità psichiche che la ridotta capienza delle Rems e la carenza di specialisti in psichiatria che operino nel sistema penitenziario continua a mantenere nelle patrie galere, spesso a diretto contatto con gli altri detenuti e gestiti da personale del Corpo di Polizia penitenziaria che non dispone di alcuna competenze in materia”.

Rock Contest 2023 | La Finale

Sopravvissute, storie e testimonianza di chi decide di volercela fare (come e con quali strumenti)