Profughi Afghani, primi 100 a Montecatini Terme

Profughi afghani

I primi 100 profughi di guerra afghani che ospita la Toscana sono in arrivo a Montecatini Terme (Pistoia), dove svolgeranno la quarantena Covid in un albergo sanitario.

I profughi afghani sono divisi in due gruppi e provengono da Roma, dove sono sbarcati in aereo dopo l’evacuazione da Kabul. La Toscana, secondo quanto annunciato, ospiterà poi altri 100 profughi con la stessa modalità per il tempo della quarantena per un totale circa 200 persone.

Dopo dieci giorni di quarantena inizierà la fase vera e propria dell’accoglienza, con riferimento sia ai comuni ospiti che alle strutture utilizzate, l’accoglienza sarà comunque coordinata dai prefetti nell’ambito del Sistema di accoglienza e integrazione (Sai), il programma nazionale che già vede in Toscana la presenza di 1.500 profughi da zone a rischio di vari Paesi.

La Protezione civile regionale, ha dichiarato il presidente della Regione Toscana Eugenio Giani, fornirà tutto il supporto necessario in collaborazione con le istituzioni sul territorio. “Abbiamo dato fin da subito la nostra disponibilità ad accogliere i rifugiati, nel rispetto della tradizione di accoglienza e di organizzazione della Toscana” ha dichiarato Giani.

Le prefetture toscane, come già annunciato la settimana scorsa, si sono invece coordinate per gestire l’accoglienza di più lunga durata, di una ventina di nuclei familiari che comprendono in tutto 112 persone, bambini compresi, inserite nei percorsi di protezione internazionale e che saranno ospitate in alloggi adeguati in vari luoghi della Toscana. L’arrivo di questi altri è previsto nei prossimi giorni.

0 0 votes
Article Rating
guest
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments