Presidio a ospedale Versilia con presenza sindaci

Presidio

Firenze, c’erano anche i sindaci versiliesi di Forte dei Marmi, Bruno Murzi, di Seravezza Lorenzo Alessandrini e di Pietrasanta Alberto Giovannetti al presidio promosso dal Fials all’ospedale Versilia. Per Murzi, spiega una nota, “la riforma sanitaria delle tre maxi Asl è completamente fallita.

Noi siamo qui al presidio perché vogliamo comprendere cosa accade all’ospedale Versilia e intendiamo supportarvi, perché condividiamo molte delle questioni che state portando avanti”. “Ci sono delle cose che non abbiamo gradito – ha aggiunto -come la convocazione della Conferenza dei sindaci dopo che il giorno prima era stata deliberata la partenza del direttore di presidio il dottor Corsini. Non è solo una questione istituzionale, ma una scelta con una ricaduta sul territorio”.

Giovannetti ha sottolineato di essere al presidio “a rappresentare la gratitudine e la vicinanza della comunità di Pietrasanta ai lavoratori e alle lavoratrici dell’ospedale Versilia e ascoltare e capire in modo da portare indicazioni chiare e utili per loro ma anche per gli utenti della nostra struttura sanitaria al tavolo con la direzione sanitaria e regionale. Il Covid non ha ancora mollato la presa, le unità di assistenza domiciliare attivate durante la pandemia sono state sciolte il che comporta un aggravio ulteriore sul pronto soccorso degli ospedali. Eppure vediamo che la direzione Asl decide di rimescolare le carte proprio a fine giugno, abbiamo bisogno di una gestione più presente alle necessità del territorio”.

Il Comitato sanità pubblica Versilia-Massa Carrara su Facebook “denuncia con forza la strutturale storica carenza di personale, la chiusura di alcuni reparti e l’accorpamento di altri al Versilia. Le istituzioni tutte, la politica tutta, con i loro rappresentanti, avvicendatisi in questi anni, hanno negato e continuano a negare che esista un vero e proprio stato di emergenza per la copertura dei regolari turni di servizio. Prendiamo atto che vi siano anche sindaci che si sono resi conto della gravità della situazione e confidiamo sul fatto che facciano sentire la loro voce rivendicando assunzioni di medici e infermieri, in primis”.

guest
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments